[Anteprima] Un consapevole impossibile amore di Maria Rosaria Bianchi

La legge del 1978 ha disposto la chiusura dei manicomi civili lasciando in attività i manicomi criminali, denominati dal 1975 Ospedali Psichiatrici Giudiziari (OPG).
Nati nel 1876, gli OPG ancora “resistono” con il loro carico di umanità dolente.
Scritto da una psichiatra che ha lavorato ad Aversa, primo manicomio criminale d’Italia, il libro racconta una storia vera di amore e politica come ideale. Svela con garbo l’indicibile e ci interroga tutti come società civile sugli scenari che il futuro riserva agli internati che ancora abitano i vecchi istituti.
Per la nuova legge gli OPG cessano di esistere entro aprile 2014. Sarà vero?

Maria Rosaria Bianchi è medico psichiatra psicoterapeuta in Roma.
Ha lavorato per cinque anni nei centri territoriali per la Salute mentale del Lazio ed è stata per dieci anni dirigente medico psichiatra di Ospedale Psichiatrico Giudiziario per il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria del Ministero della Giustizia. È autrice di articoli e saggi sulla storia della Psichiatria, con particolare riferimento alla storia manicomiale italiana.

Commenti