[Recensione] Il caso del motociclista di Massimo Pisetta

Buona Domenica carissimi Lettori!
Oggi sembra davvero, primavera,è una giornata meravigliosa!

Visto che sto partecipando al GDL de l'Ospite organizzato da Denise di Reading is Believing approfitterò del pomeriggio per rileggere i capitoli di questa settimana!

Intanto una nuova Recensione per il Blog...

Un motociclista tedesco perde la vita lungo la statale 612 della Valle di Cembra. A prima vista sembra uno dei tanti incidenti che periodicamente vedono coinvolti centauri attratti dalla suggestiva sinuosità della strada di montagna. Ben presto, però, si fa largo l’ipotesi che una schioppettata galeotta proveniente dal bosco sia all'origine della tragedia. Chi può avere commesso un atto tanto grave nella tranquilla vallata dell’Avisio? Sembra difficile risalire al vero colpevole, ma il commissario Frizzera, coadiuvato dalla sua squadra, possiede il sangue freddo e l’intuizione dei grandi giocatori di carte.

Massimo Pisetta, nato a Trento il 31 marzo 1957,  risiede da tempo a Faver, Valle di Cembra. Ha pubblicato la trilogia di romanzi a tema Amori di confineIl volo dell’albatros (2008) Lungo il filo d’un sottile equilibrio dettato dalle fasi lunari (2009),Gioco di specchi (2011).

Il caso del motociclista è un giallo ambientato tra le montagne del Trentino,specificamente nella Val di Cembra;
il protagonista è il commissario Frizzera, che si ritrova tra le mani un caso particolare:
La morte di un turista tedesco a causa di un incidente motociclistico, che fin da subito si trasforma però in un'indagine per omicidio...

Nonostante quasi tutti gli indizi portino alla teoria che si sia trattato di un semplice incidente causato dalla distrazione, successivamente alcuni particolari,cioè i proiettili ritrovati sul luogo dell'incidente, fanno pensare al commissario Frizzera di trovarsi fra le mani un caso di omicidio.
Così iniziano le indagini del Commissario, che aiutato dal suo team tenterà di far luce sul caso che ha sconvolto la tranquillità della Valle...

Il romanzo è molto breve, di semplice e immediata lettura e segue le indagini in maniera sistematica, portando il lettore a un finale la cui soluzione non è quella che si pensava!
Purtroppo il romanzo non è riuscito a coinvolgermi più di tanto, probabilmente mi è mancata quella suspense tipica dei romanzi gialli e quel senso di mistero che solitamente li pervade!
Ho trovato questa lettura un po' piatta,ma le descrizioni del luogo, molto belle e ben scritte, mi hanno fatto venir voglia di visitare il Trentino!

Baci...

Commenti