18 ottobre 2016

[Recensione] Una notte piena di stelle di Deanna Raybourn


Buon pomeriggio cari Lettori! Aspettavo il mio pacco Libraccio, ma evidentemente il corriere si è di nuovo dimenticato di passare per casa mia. Oggi parliamo del nuovo romanzo di un'autrice che mi piace molto.

Una notte piena di stelle è il nuovo romanzo di Deanna Raybourn, autrice di Africa mon amour. Stavolta la protagonista della storia è la giovane Poppy Hammond, ereditiera londinese in procinto di sposare uno degli scapoli più ambiti della city. Nel giorno del matrimonio però Poppy scappa, aiutata dal giovane e attraente curato Sebastian Cantrip, e si rifugia in campagna dal padre. Tornata a Londra, Poppy scopre che Sebastian è misteriosamente scomparso e decide di partire per cercarlo. Viaggiando verso est con la sua cameriera, Poppy si troverà coinvolta in una lunga catena di segreti e intrighi che coinvolge anche la sua stessa famiglia.

Ho iniziato a leggere Una notte piena di stelle con un certo entusiasmo perchè avevo letteralmente adorato il precedente romanzo di quest'autrice, purtroppo stavolta sono rimasta piuttosto delusa.
La storia si divide tra Londra e Damasco mentre seguiamo Poppy, giovane donna che si rifiuta di finire intrappolata in un matrimonio di convenienza e decide di cercare da sola la propria strada. Partita alla ricerca di Sebastian perchè convinta che l'uomo sia in pericolo, Poppy si troverà invischiata nella ricerca di un leggendario tesoro che va avanti da anni.

La storia parte con ottimi presupposti, abbiamo un'ambientazione affascinante, la Londra del 1920, una protagonista esuberante e un bel mistero da risolvere. Purtroppo il romanzo si rivela essere piuttosto banale, la narrazione è zeppa di clichè che rimandano ad altre storie e che danno l'impressione di star leggendo qualcosa di già letto e sicuramente poco originale.

Lo stile dell'autrice è sempre scorrevole e deciso, ma l'ho trovato molto meno maturo e ricco di pathos rispetto al precedente romanzo. Uno dei problemi principali, almeno per quanto mi riguarda, è proprio Poppy. L'ho trovata estremamente irritante, immatura e per niente intelligente. Per non parlare poi dei personaggi maschili, tutta una serie di uomini perfetti, boriosi e di una noia mortale.

L'ambientazione invece è fantastica! Londra, Damasco e i paesi orientali rendono il romanzo molto più intrigante e arricchiscono la storia. Sul finale devo dire che il romanzo in parte si riprende grazie a molta più azione e alla risoluzione del mistero. Sicuramente Una notte piena di stelle è un romanzo piacevole ma con pochi guizzi di originalità, una lettura leggera che non lascia il segno indelebile. Buona lettura!

"Segui la tua stella, ovunque ti porterà." 

Nessun commento:

Posta un commento