[Recensione] So che ci sei di Elisa Gioia


Buon pomeriggio cari Lettori! Oggi parliamo di un romanzo romantico di un'autrice nostrana...

So che ci sei racconta la storia di Gioia,una giovane donna reduce dalla fine di una storia d'amore durata anni e finita malissimo. Dopo sei mesi di stage a Londra, Gioia aspettava solo di rivedere Matteo, il suo fidanzato, ma all'aeroporto l'unica cosa che trova è un foglio tramite il quale Matteo la lascia. Come se ciò non bastasse, Gioia scopre che Matteo la tradiva. Delusa, con il cuore spezzato e il morale a pezzi, Gioia viene aiutata dalla sua strampalata famiglia e dalle sue amiche di sempre che la trascinano in un viaggio a Barcellona, il cui scopo è proprio quello di distrarla.
Durante il viaggio Gioia si trova immischiata in una crisi di lavoro che tenta disperatamente di risolvere mentre le sue amiche si danno al karaoke. L'aiuto arriva inaspettato da Christian Kelly, presidente di una casa discografica, che vedendo Gioia in difficoltà l'aiuta.
L'incontro tra i due è esilarante e subito si accorgono dell'alchimia tra di loro, ma dopo una sola serata Gioia riparte convinta che non lo rivedrà più. Ma a volte la vita ci fa delle sorprese e Gioia lo scopre quando ritrova Christian nell'ufficio in cui lavora...

Ho letto questo romanzo in poco tempo e ho affrontato la lettura con qualche dubbio perchè solitamente romanzi del genere non rientrano tra le mie letture preferite, ma stavolta mi sono dovuta ricredere!


La storia di Gioia e Christian non è una storia convenzionale, sia il modo in cui si rapportano che lo sviluppo della loro storia sono stati affrontati in maniera abbastanza originale e quantomeno un po' diversa dal solito. Credo che il punto di forza principale del romanzo sia la sua protagonista, Gioia è una di noi, è una donna come tante, non è una femme fatale anzi è piuttosto imbranata, è insicura, dopo il duro tradimento di cui è stata vittima, non riesce più a fidarsi. Quando incontra Christian la situazione si complica, ma lui riesce a conquistarla pian piano.

Lo stile dell'autrice è fresco, scorrevole e frizzante, l'ho trovato perfetto per la storia narrata e rende la lettura molto più semplice e interessante! Ho apprezzato moltissimo il modo in cui la storia è stata sviluppata, è vero che la parte romantica occupa la maggior parte del romanzo ma ciò non significa che tutto il resto debba essere annullato, infatti nonostante la storia di Gioia e Christian sia la parte principale, tutto il resto inclusi i personaggi secondari sono ben caratterizzati e non oscurati.

Il romanticismo c'è ma non è stucchevole, ci sono tante situazioni divertenti che rendono la storia frizzante e la stessa Gioia è davvero uno spasso, una protagonista di cui non ci si stanca mai di leggere! Anche Christian è un bel personaggio, non è il solito protagonista maschile anzi mi è piaciuto molto il modo in cui si rapporta a Gioia. Infine ci sono le amiche di Gioia e la sua famiglia che danno un bel contributo alla storia rendendola più completa.
Una storia d'amore anticonvenzionale e una protagonista sopra le righe per un romanzo che vi saprà conquistare! Buona lettura!  

Non ero io l'uragano. Era lui. Si era insinuato nella mia vita in punta di piedi,aumentando l'intensità giorno dopo giorno. Mi aveva travolta. Sconvolta. Spiazzata.


Commenti

Posta un commento