[Recensione] La Regina Rossa di Sara di Furia


Bungiorno cari #FeniLettori! Sono tornata dalle vacanze un paio di giorni orsono (chi mi segue su instagram nel profilo PVT lo sa) e in piena attività sul sito da ieri. Oggi una recensione che dovevo fare molto tempo fa ma causa svariate letture impreviste mi hanno portato ad arretrare "La Regina Rossa" scritto da Sara Di Furia

La storia di cui andrò a parlare oggi è pregna d'amore, segreti ed inquetanti misteri. Ci troviamo in Inghilterra alla metà dell' 800, in un tempo in cui molto era recluso, le famiglie si basavano sulle dinastie e la popolarità era uno specchietto per le allodole. Le donne erano braccate e potevano fare nient'altro che le padrone di casa, se non peggio...

Tutto è incentrato sulla famiglia Klein e precisamente su una strana bambina Christianne che verrà adottata in tenera età con alcune malformazioni come un abbozzo di sesto dito e un grosso neo sotto il collo. 

La bambina crescerà sotto le cure della famiglia, forte e sana con altre due sorelle. Fino all'età in cui le succederanno strani fenomeni paranormali. La ragazza vede i morti, il loro spirito e la loro decoponsizione, un accenno di come sono morti ...e non ne comprende la ragione.

La storia si dipana perfettamente l'autrice, come ho già detto in altra recensione ( I segreti di Kane Town e Niccolò Spirito. Quando le ombre svelano chi sei ), è accorta, moderata, ogni piccolo particolare è studiato e affascinante in questa storia che intreccia spirituale e esoterismo. Lungo le pagine della Regina Rossa vengono menzionati grandi nomi come Poe, il grandissimo poeta e la sua vita volente o nolente verrà intrecciata  a quella della ragazza. Altro personaggio importante la Regina Anna Bolena, donna forte e coraggiosa che morì tragicamente. 

Lo stile dell'autrice è pulito e elegante. I riferimenti a vecchi stili hanno aperto le porte a una storia davvero ben scritta e strutturata. La forza e il coraggio della protagonista sono sorprendenti e il senso di libertà sotto mentite spoglie è affascinante.

Tutto inneggia alla bellezza dei personaggi e li esalta come solo lei può fare, tutti gli ingranaggi che si vengono a formare e costruire sono perfettamente in tema con lo stile "noir" che si viene a creare. Un romanzo che toglie il fiato, ti strappa l'anima e la lascia macerare lentamente. 

Tutto ritorna anche il passato più profondo e oscuro!

Commenti

  1. Molto ma molto bello non lo conoscevo e mi ispira moltissimo

    RispondiElimina
  2. Molto bello mi piace molto e mi ispira moltissimo

    RispondiElimina
  3. Ne avevo sentito parlare, ma non gli avevo data molta importanza! Ora che ho letto questa recensione invece, devo dire che mi ha catturata *-*

    RispondiElimina

Posta un commento