[Segnalazione Slow Food] Spaghetti cozze e vongole di Nicola Lagioia


Buongiorno cari #FeniLettori! Il cibo nei libri.... chi non ha trovato Biscotti, Frittelle e Cupcake nei libri? Credo un pò tutti voi avete scovato o letto qualche libro che toccasse il tema cibo anche solo per la copertina, il titolo o la trama in sè. Ebbene da oggi ci sarà la nostra #foodispirationinthebooks ! Non so che cadenza avrà ma vi assicuro che ci divertiremo un mondo a farla. Oggi parliamo di Slow Food Editore e il nuovo libro scritto dal Premio Strega 2015 Nicola Lagioia, con un approfondimento sulla storia del famoso piatto e alcune ricette di Osterie d'Italia.
 
La storia convulsa, tenera e appassionante di un amore nato intorno a un piatto di spaghetti. «Fu in quel momento che arrivarono i primi. Il cameriere li dispose sulla tavola quasi in contemporanea, con ampi gesti delle braccia. Tre piatti fumanti di spaghetti cozze e vongole. Poco pomodoro. Fili sottili di prezzemolo tra valva e valva. Un profumo delicato, seducente. Qualcosa di metallico e polposo al tempo stesso. Una promessa di lontananza a due passi dalla bocca. Poi il primo boccone. Buonissimo. Mi sembrava di non aver mangiato mai niente di tanto saporito, e questo fu sufficiente per cominciare a lavorare ai fianchi il malumore», così Lagioia descrive il suo rapporto con la cucina e i piatti di pasta in particolare.

Sapete chi è stato il primo a raccontare in un libro la ricetta degli spaghetti cozze e vongole? Oppure che la produzione di bivalvi – cozze, vongole, ostriche – è l’unico caso di maricoltura pienamente sostenibile anche dal punto di vista energetico? In questa sezione del libro troverete la storia di questo famoso piatto estivo, oltre a diversi consigli su come scegliere, riconoscere e acquistare i saporiti molluschi. La nuova edizione è arricchita da numerose ricette a base di pesce tratte da Osterie d’Italia: dagli spaghetti cozze e vongole alla zuppetta di cozze e arselle, dal cappon magro al risotto alla marinara.
Nicola Lagioia, barese, classe 1973, è uno dei maggiori scrittori italiani della nuova generazione. Ha al suo attivo numerosi racconti in varie antologie, un saggio su Babbo Natale e quattro romanzi. L’ultimo, La ferocia, pubblicato da Einaudi nel 2014, ha vinto il premio Strega 2015.

«Se ti fidi davvero della letteratura prova a scrivere il miglior libro di cui sei capace, non rinunciare alla complessità, alle sfumature, alla ricerca sulla lingua. Non scegliere una situazione di compromesso ma sii anche molto rigoroso.» Nicola Lagioia

Commenti

Posta un commento