[Anteprime Fazi] La donna in bianco di Wilkie Collins - Indignazione di Hanry James

Tra le novità di narrativa, vi segnaliamo due fondamentali e preziosi recuperi: La donna in bianco di Wilkie Collins e Indignazione di Henry James, che usciranno ad Aprile per Fazi Editore. Definito da T. S. Eliot come “il più bello dei romanzi polizieschi moderni”, La donna in bianco è uscito per la prima volta nel 1859 sulla rivista "All the Year Round", diretta da Charles Dickens, diventato poi suo grande amico e collaboratore. Da allora, ha appassionato milioni di lettori in tutto il mondo e ancora oggi continua ad essere amato per la sua eccezionale modernità e capacità di stupire. Originariamente scritta per il teatro, Indignazione è l'ultima opera di James ed è un’effervescente commedia sul mondo dell’arte e sui retroscena che si celano dietro le compravendite e le misteriose cessioni di opere artistiche, ma anche un incontro-scontro tra due mondi allora distanti tra loro, l’America e l’Europa.


Collana: Le Strade
Pagine: 688 Prezzo: 18,50€
Uscita: 16 Aprile 2015
Il libro Quale terribile segreto nasconde la misteriosa figura femminile che si aggira per le buie strade di Londra? Questo è solo il primo di una serie di intrighi, apparizioni e sparizioni, delitti e scambi d'identità che compongono la trama de La donna in bianco, tessuta con magistrale sapienza da Wilkie Collins. Nel 1860 Charles Dickens pubblicò il romanzo a puntate sulla rivista "All the Year Round", suscitando uno straordinario interesse nel pubblico che seguì per un intero anno le vicende della sventurata Anne Catherick e quelle degli altri personaggi, descritti con impareggiabile abilità psicologica, come l'impavida Marian Halcombe, il coraggioso Walter Hartright e l'affascinante quanto ambiguo conte Fosco. È passato un secolo e mezzo e le cose non sono cambiate. Anche il lettore moderno più smaliziato non può che rimanere piacevolmente intrappolato negli ingranaggi di questa straordinaria macchina narrativa, che ha segnato per sempre la tradizione del mistery, facendo guadagnare al suo autore l'attributo di "padre del poliziesco moderno". La strabiliante modernità dell’opera è data da un sapiente uso delle diverse voci che compongono l’opera, affidate a testimonianze, diari, lettere, resoconti. Dal romanzo è stato tratto anche un musical di grande successo realizzato da Andrew Lloyd Webber.
Wilkie Collins nasce a Londra l'8 gennaio 1824. Dopo aver lavorato per un po’ come avvocato, scoprì la vocazione per la scrittura. Il suo primo lavoro, di alcuni anni prima, era un'opera dedicata al padre, morto nel 1847: Memoirs of the Life of William Collins, edito l'anno successivo. Quindi pubblicò due romanzi: Antonina nel 1850 e Basil nel 1852. Nell'aprile dello stesso anno incontrò Charles Dickens e iniziò per la sua rivista, il settimanale “Household Words”: è l'inizio di un lungo rapporto di lavoro e d'amicizia lungo dieci anni. La donna in bianco e La pietra di Luna ne fanno un maestro della narrativa del mistero e non è difficile riscontrare la sua influenza in molti romanzi successivi e in moltissimi film di oggi.
Collana Le Strade
Pagine: 220 Prezzo: 16,50€
Il libro Il ricco americano  Breckenridge Bender arriva in Inghilterra con l'intento di acquistare alcuni capolavori dalla collezione d'arte dell'indebitato Lord Theign. Durante la trattativa, però, l'uomo d'affari e l'aristocratico entrano in conflitto quando un giovane esperto, nel tentativo di consolidare la propria reputazione nel campo, fornisce una valutazione molto più alta del previsto di uno dei dipinti. Da quel momento la battaglia per il possesso dell'opera diviene di dominio pubblico arrivando sulle pagine di tutti i giornali e coinvolgendo l'intera nazione sul tema del progressivo depauperamento del patrimonio artistico inglese. Henry James trasse ispirazione per questo romanzo da un episodio che scosse l'opinione pubblica inglese: nel 1909, il duca di Norfolk decise di vendere a un ricco acquirente americano un famoso e amatissimo dipinto di Holbein, fino a quel momento esposto alla National Gallery. Quel quadro venne considerato come il simbolo dell'orgoglio e della tradizione artistica britannici minacciati dal potere del denaro americano e solo grazie a una mobilitazione generale l'opera rimase in Inghilterra. Scritta inizialmente per il teatro, Indignazione venne poi rielaborata in forma di romanzo dall'autore e fu il suo ultimo lavoro ad essere pubblicato prima della morte avvenuta nel 1916. L'opera ebbe tre edizioni nel giro di soli due mesi e divenne il romanzo che diede maggior successo a Henry James.
Henry James (15 aprile 1843 - 28 febbraio 1916) nacque a New York da una ricca famiglia di industriali d'origine irlandese ma trascorse gran parte della sua vita in Inghilterra. Tra le sue opere principali ricordiamo: Ritratto di signora, I bostoniani, Il carteggio Aspern, Il giro di vite, La Coppa d'oro.

Commenti

  1. Bellissima noticia, grazie!!! ^^ Il libro di Collins ce l'ho già ma quello di James lo comprerò sicuramente! *-*

    RispondiElimina

Posta un commento