[Recensione] La Regina Proibita di Anne O'Brien


Buon Pomeriggio #FeniLettori!
Oggi parliamo di un libro che mi ha letteralmente colpito al cuore. Adoro i romanzi storici e ho ammirato profondamente lo stile di "Philippa Gregory" e i suoi scritti ma posso garantirvi che Anne O'Brien non è da meno. Ci descrive un romanzo storico raffinato e pulsante di vita. 
Come ci rammenta la scrittrice nelle note, conosciamo ben poco la protagonista, Caterina di Valois, figlia di Carlo VI di FranciaIsabella di Baviera,  sposò Enrico V d'Inghilterra e gli diede un figlio, il Giovane Enrico poi divenuto Enrico VI. La storia sembra ardua ma posso garantirvi che non lo è; l'autrice semplifica e rende naturale il decorso della storia, l'addolcisce e l'abbellisce. Valorizza Caterina e la fa divenire una rispettabile donna, intelligente e piena di passione. 
Tutto gira intorno ad ella anche se forse nella realtà molte volte le donne a quei tempi venivano denigrate e usate solo come intermediarie per arrivare a un accordo fra due nazioni. Così furono le sorti di Caterina data in sposa a Enrico. L'amore fra loro nacque scomposto e lei ancor giovane, vissuta sempre in cattive acque prima e poi in un convento, si innamorerà di un uomo  forte, valoroso e soprattutto ricco. Tutto avrà però la sua fine. Enrico non si dimostrerà l'uomo dolce e sensibile che è parso ma un uomo assetato di potere, un arrampicatore sociale, come tutti a quei tempi d'altronde; un uomo di elevata carica nobiliare come Enrico non poteva essere da meno. Lei verrà presa in sposa per congiungere l'Inghilterra alla Francia ma tutto ciò si presenterà in maniera sconnessa a causa del fratello di Caterina (il Delfino di Francia).


La scrittura è fluida, non è un monologo, ne un tedioso romanzo storico ma un elegante scritto costruito e elaborato minuziosamente. Anne O'Brien sembra aver perfettamente centrato  l'anima di Caterina, la descrizione di ella e dei suoi comportamenti sono pennellate luminose in quelle epoche oscure. Il medioevo è per noi storia buia, ma con l'aiuto di questa abile scrittrice riusciamo a immedesimarci perfettamente nel romanzo. Un romanzo che toglie il fiato, ti fa piangere, gioire e vivere insieme alla protagonista. Caterina di Valois, rispettabile, impeccabile, Regina Madre diventa vedova fin troppo presto a soli 22 anni ma la sua ineluttabile voglia di vita prevale.
In seguito fu presa di mira da Edmondo Beaufort abile scalatore che la indusse in tentazione ma  lei seppe come destreggiarsi dai suoi inganni e se ne svincolò. Infine, giovane donna sola, ebbe la tentazione del suo Primo Servitore Owen Tudor con cui nacque una profonda e sincera storia d'amore, il primo vero amore dal quale nacque poi la Dinastia TUDOR in seguito

Tutto sembra perfetto, uno stile particolare e curato, amabile;  Caterina e tutti i personaggi che la circondano ammaliano il lettore e lo trascinano nei meandri più nascosti della storia. Le descrizioni sono meticolose e avvolgenti. La trama accattivante e l'esposizione di Anne O'Brien un elogio alla Regina Madre più bella di tutti i tempi. Caterina di Valois. Una donna presa in considerazione troppo poco dagli storici ma splendidamente elegante, regale e garbata.
Consigliato anzi consigliatissimo per un pubblico che ama le vicende storiche, gli intrighi di corte, la bellezza di quei tempi, lo sfarzo e la nobiltà; tutto è racchiuso in un solo e unico volume ...La Regina Proibita. Buona LETTURA!



"Vostra è la fibia
Che tiene agganciata la mia lealtà,
Voi bandite gli affanni dalla mia anima"

Commenti