[Recensione] I dodici bambini di Parigi di Tim Willocks


Buon pomeriggio cari Lettori! Oggi parliamo di un romanzo dall'ambientazione storica affascinante e ben fatta...

"I dodici bambini di Parigi" narra la storia di Mattias Tannhauser, che arriva a Parigi per partecipare ai festeggiamenti del matrimonio reale, matrimonio che ha lo scopo di unire una volta per tutte ed eliminare i dissensi tra i cattolici e i protestanti di Francia. Mattias sta per ricongiungersi alla moglie Carla, incinta, che è stata invitata a suonare in occasione delle nozze reali. Ma qualcosa di ben diverso accade quella notte: in quella che sarà ricordata come una delle notti più cruente e sanguinose della storia di Francia si perpetua il massacro della notte di San Bartolomeo. Il Re Carlo IX da ordine di uccidere tutti gli ugonotti di Francia, così nella notte tra il 23 e il 24 Agosto la maggior parte dei personaggi di spicco del protestantesimo francese vengono brutalmente trucidati. In quello che sarà ricordato come il massacro peggiore nella storia delle religioni,che marchierà il matrimonio reale come "Nozze vermiglie" , si muove Mattias che quando arriva a Parigi a stento riesce a riconoscerla,in città regna l'anarchia e Carla è scomparsa. Muovendosi tra le strade insanguinate di una Parigi divenuta luogo di massacro, Mattias sarà disposto a tutto pur di ritrovare sua moglie e il suo bambino...

Nonostante l'elevato numero di pagine, il romanzo si legge velocemente e con piacere. La storia è interessante, ben scritta e praticamente perfetta dal punto di vista storico. L'ambientazione è fantastica, sembra quasi di muoversi insieme a Mattias per le strade buie di Parigi! Credo che il punto di forza di questo romanzo sia proprio il fatto che dietro di esso vi sia un grosso lavoro di ricerca, l'autore ha impiegato ben sette anni per portare a termine questo progetto, e devo dire che gli sforzi fatti si vedono tutti. Ogni particolare della storia, ogni personaggio è perfettamente inserito nel contesto storico!

L'autore ha saputo mescolare magistralmente la realtà dell'ambientazione con la storia che ha inventato rendendo anch'essa quasi reale. A parte le numerose e dettagliate scene dei combattimenti, che a mio parere in alcuni punti erano un po' eccessive, devo dire che il romanzo mi è piaciuto molto!

Un'ambientazione eccezionale, personaggi indimenticabili e una storia originale inserita in un contesto storico ineccepibile, rendono questo romanzo un esempio di perfetto romanzo storico che vi inchioderà alle pagine con il suo ritmo incalzante!

Commenti

  1. il premio liebster award ti aspetta sul mio blog! http://francescaghiribelli.blogspot.it/2015/03/premio-liebster-award.html

    RispondiElimina

Posta un commento