[Recensione] Matilde di Rita Coruzzi


Buon pomeriggio cari Lettori! 
Oggi parliamo di un libro che narra le gesta di una donna realmente vissuta...

Matilde di Canossa fu una delle donne che durante un periodo difficile per la Chiesa Cattolica, fece tutto quello che poteva per sostenere l'autorità del Papa.
La storia inizia proprio con la nascita di Matilde, nascita accompagnata da una visione di sua madre Beatrice che vede una donna bellissima vestita di un'armatura che combatte coraggiosamente. Beatrice non sa che quello sarà proprio il destino di Matilde...
In poco tempo l'Imperatore Enrico, convinto che i Canossa sono una minaccia, elimina sia il Conte Bonifacio che i suoi primi due figli, Federico e Beatrice. Rimaste sole, Beatrice e la piccola Matilde vivranno un periodo buio e difficile fino all'incoronazione del nuovo imperatore che sembra portare loro un po' di pace. 
Purtroppo eventi imprevedibili e burrascosi portano Enrico IV e Matilde di Canossa a diventare nemici, inimicizia che forgia il destino di Matilde facendola divenire la Contessa guerriera di Canossa.

Leggere un romanzo storico ben scritto come questo è sempre un vero piacere! In questo caso l'autrice si concentra in particolare sulla figura della Contessa Matilde di Canossa, una donna che nel corso della sua vita lottò con forza a favore del Papato nella lotta per le investiture.
Matilde fu Contessa, guerriera, donna di fede e sopratutto una figura femminile forte e capace di imporsi anche sugli uomini in un periodo storico complicato.

Il romanzo ripercorre la vita di Matilde, citandone gli eventi principali, dalla nascita sino alla morte. La vita della Contessa di Canossa fu costellata da numerosi eventi funesti: la perdita del padre e dei fratellini, l'esilio forzato e successivamente le tante lotte per sostenere il Papa contro l'Imperatore, battaglie che lei stessa guidò e vinse dimostrando di essere forte abbastanza da opporsi alle pretese di Enrico.


Lo stile dell'autrice è ricercato, molto elegante,ma mai pesante o eccessivamente prolisso. E' evidente il lavoro di ricerca dell'autrice che per scrivere un romanzo storicamente accurato come questo, a parte qualche piccola licenza qua e là, ha sicuramente dovuto lavorare molto per documentarsi sulla vita della Contessa di Canossa. Molto importante nel romanzo anche il lato spirituale, non dimentichiamo che oltre ad essere una guerriera, Matilde era sopratutto una donna di fede, che mise da parte la sua vocazione di entrare in convento per poter appoggiare il Papa con tutti i mezzi che aveva a disposizione.

Un romanzo storico ben strutturato, estremamente interessante e che getta luce sulla figura di una donna spesso dimenticata, che in un tempo in cui le donne erano considerate inferiori, riuscì invece a governare, a combattere e a vincere le sue battaglie con le sue sole forze. Buona lettura!

Matilde, splendente fiaccola che arde in cuore pio. Aumentò in numero armi, volontà e vassalli, profuse il proprio principesco tesoro, causò e condusse battaglie. Se dovessi citare ad una ad una le opere compiute da questa nobile signora, i miei versi aumenterebbero a tal punto da divenire innumerevoli come le stelle.


Commenti

  1. Non amo particolarmente i romanzi storici :(

    RispondiElimina
  2. Molto bello, non ne avevo mai sentito parlare di questo libro, e la dalla copertina mi ispira parecchio

    RispondiElimina

Posta un commento