[I suggest you a TV Series #9] And then there were none

Buon pomeriggio cari Lettori e benvenuti al nono appuntamento con "I suggest you a TV Series"! Questa settimana parliamo di una miniserie che ho visto in questi giorni...


And then there were none è una miniserie televisiva in tre parti della BBC ONE andata in onda i giorni scorsi, precisamente dal 26 al 28 Dicembre. Prodotta da Sarah Phelps e diretta da Craig Viveiros, la serie è tratta dal famosissimo romanzo di Agatha Christie "Dieci piccoli indiani".

Ci troviamo negli anni precedenti alla seconda guerra mondiale, in questo clima teso assistiamo all'arrivo di dieci persone a Soldier Island, una piccola isola che si trova al largo della costa del Devon. I dieci sconosciuti sono: Lawrence Wargrave, famoso giudice in pensione, Vera Claythorne, giovane insegnante di ginnastica, Philip Lombard, personaggio misterioso e dal passato poco chiaro, Emily Brent, una donna anziana, John Macarthur, un veterano della guerra, il dottor Armstrong, un chirurgo, Anthony Marston, giovane rampollo di una ricca famiglia inglese, William Blore, ex agente di polizia, e infine Thomas e Ethel Rogers, il maggiordomo e sua moglie incaricati di occuparsi della casa e degli ospiti.

L'invito sull'isola proviene dai coniugi Owen, proprietari dell'isola che hanno invitato ognuno degli ospiti per motivi diversi. All'arrivo sull'isola gli Owen non ci sono, e durante la cena una voce misteriosa accusa ognuno dei presenti di un terribile crimine per il quale non sono stati puniti...


Questa miniserie è un piccolo gioiellino, un bel regalo di fine anno della BBC che come sempre produce degli ottimi e validi prodotti!
Avevo già letto "Dieci piccoli indiani" un po' di tempo fa, quindi sommariamente ricordavo la storia anche se non in tutti i suoi particolari.
Rispetto al libro ci sono delle variazioni ma non eccessive e che comunque non vanno a sconvolgere la storia a cui la serie si ispira.
Ho trovato ogni puntata perfettamente calibrata e dall'atmosfera inquietante al punto giusto, tanto che spesso mi sono ritrovata a sussultare per la sorpresa!

Gli attori sono stati perfetti, ognuno perfettamente calato nel proprio ruolo. Ho apprezzato particolarmente Aidan Turner che interpreta Lombard, Maeve Dermody nei panni di Vera e Burn Gorman e Toby Stephens rispettivamente nei panni di Blore e Armstrong.


Ho apprezzato moltissimo questa trasposizione che riporta in luce il genio della Christie, attraverso tre episodi in cui l'inquietudine sale alle stelle fino ad arrivare ad un finale che sono sicura vi stupirà!
Approfittate di questi giorni per godervi questa meravigliosa miniserie! 



Alla prossima!

Commenti