[Recensione] Chanbara. La via del samurai di Roberto Recchioni & Andrea Accardi


Buon Pomeriggio cari #FeniLettori! In questi giorni ho concluso un libro diverso dal solito e con temi che non ho mai affrontato ma che mi hanno da sempre affascinato. In questo volume edito Bao Publishing si parla di Samurai, la loro forza e il loro coraggio, qui vengono riproposti in un'edizione prestigiosa a colori, in un volume di grandi dimensioni, con bozzetti inediti e una sovraccoperta in pergamena per rispettare lo stile orientale.

Chambara o Chanbara significa letteralmente combattimento con la spada e, indica il filone creativo dei film di cappa e spada giapponesi. E proprio di questo che parliamo, combattimenti violenti allo stato puro, in entrambe le storie.

La prima "La redenzione del Samurai" parla proprio di un Samurai che deve redimersi e con disegni suggestivi e spuntati ci lascia capire tutto l'onore che hanno questi cavalieri. Combattono per l'onore e non hanno paura di morire se mancano ai loro doveri. Il tutto accompagnato da un adorabile vecchietto Ichi, che nasconde molti buoni propositi. Una cultura molto più ossequiosa della nostra, docile, gentile e elegante.

Nella seconda storia "I fiori del massacro" tutto appare nella versione femminile e una donna giapponese sull'orlo del suicidio dopo aver perso il padre  e la madre viene salvata dal nostro Ichi, che la porta dove lei desidera...

Il nostro anziano e saggio uomo lo ritroviamo in entrambe i racconti, a lasciare un'impronta fondamentale e che  la saggezza si dipani lentamente; la giustizia e la libertà sono carte che vuol giocare ed essendo un uomo di tanti anni sa come farlo.



Due storie abbastanza forti e sanguinolente ma che hanno ben oltre, sono ambientate nel Giappone del XVII Secolo, un secolo d'altri tempi e altri modi. I disegni sono articolati e con colori unici rendono la storia molto dinamica e cruda. Ci sono momenti forti e tagli di teste e braccia ma tutto ricade nel puro stile giapponese a mio modo di vedere. Due storie eleganti e in perfetto stile con l'anima dei più nobili guerrieri"i Samurai".


Nessuno è più pericoloso di chi sa di non avere più onore da perdere.

Commenti