[Anteprime Tunuè] L'uomo montagna di Gauthier e Flèchais & Non sei mica il mondo di Raphael Geffray


Pagine: 56 Prezzo: € 14,90
Data di uscita: 9 Febbraio 2017
Un nonno che non è più in grado di viaggiare, per via delle  montagne che  gli sono  cresciute sulle spalle. L’uomo montagna è  la  storia del  suo ultimo  viaggio e dell’affetto  del nipotino che pur di aiutarlo nel suo errare va in cerca dei venti capaci di spostare le montagne. Il   bambino   parte   e   l’anziano   promette   di aspettarlo.   Un   percorso   che   galleggia nella fantasia si anima attraverso il tratto essenziale e fiabesco di Amélie Fléchais, illustratrice del noto picture book Lupetto Rosso e del graphic novel Il sentiero smarrito.  Una metafora estetica  degli ultimi anni  di  vita  con una sceneggiatura  di Séverine Gauthier.
Séverine Gauthier , scrive,  giovanissima,  la  sua  prima  sceneggiatura per  un  fumetto, Il  mio albero,  disegnato  da Thomas   Labourot.   Due   suoi   albi   sono   stati pubblicati  nel  2008  da Delcourt,  e  hanno  vinto numerosi premi. Sempre con Thomas Labourot ha creato  le  serie Washita (Dargaud)  e  Garance (Delcourt).

Amélie Fléchais ,autrice   francese   di   grandissimo   talento,   ha lavorato    in    diversi    progetti   di    animazione (Brendan e il  segreto  di  Kells, The  song  of  the sea,   n o m i n a to    a l l ’O sc a r 2 0 1 5 ,   e    p e r   l a  Dreamworks in Kung Fu Panda) e ha prodotto tre libri  che  sono  tutti  delle autentiche  feste  per  gli occhi: Chemin  Perdu, Lupetto  Rosso e L ’homme montagne.

Pagine: 188 Prezzo: € 16,90
Data di uscita: 9 Febbraio 2017
Bené  è un  bambino  di otto  anni. violento, scontroso e quasi analfabeta. La sua irascibilità gli  rende impossibile  frequentare una  scuola  per più di qualche settimana senza essere espulso. In  balia di  una  madre  troppo giovane  e  incapace di occuparsi  di  lui,  si sente  privo  di speranze. Finché    non incontra un’insegnante    dalla personalità    forte,    che rompe    gli    schemi consueti,    e    riesce  a offrirgli    un’istruzione, allargandone      gli     orizzonti      e     rendendo gradualmente sempre  più  sereno  e aperto  nei confronti  del prossimo. In  lei  Bené vedrà  una vera  e propria figura genitoriale, una sorta di salvagente.  L’esordio di l Geffray  è  un viaggio privo di pregiudizi  nella storia vera  di  un bambino in cerca di punti di riferimento, il racconto maturo di un esordiente altrettanto maturo.
Raphaël Geffray, francese d’origine, si stabilisce in Belgio per studiare illustrazione e fumetto, e lì comincia a firmare i suoi primi lavori. Con Non sei mica il mondo (C’est pas toi le monde), porta ora in Italia un’opera d’esordio che l’ha già reso celebre.

Commenti