2 febbraio 2017

[Recensione] Il Nido di Cynthia D'Aprix Sweeney


Buona giornata cari Lettori! Sto aspettando qualcosa come tre pacchi che dovrebbero arrivare entro oggi ma finora non s'è visto nessuno. Intanto passiamo alla recensione di oggi e parliamo di un libro chiacchieratissimo.

Il Nido racconta la storia della famiglia Plumb e, nello specifico, dei quattro fratelli Leo, Jack, Beatrice e Melody. La storia inizia con uno degli ultimi disastri di Leo, lo scapestrato e incosciente della famiglia, che provoca un grosso incidente che lo porterà poi in un centro di riabilitazione. Qualche mese dopo Jack, Beatrice e Melody stanno aspettando Leo, che ha ormai terminato il suo periodo di riabilitazione, per discutere di come ha intenzione di restituire ai fratelli la parte di eredità che gli spettava e che invece è stata usata per porre rimedio ai suoi disastri. E' così che inizia una storia di bugie e sotterfugi che coinvolgerà tutti i Plumb di New York.

Ho sentito parlare di questo romanzo ovunque e in tutte le salse. Non sapevo bene cosa aspettarmi ma quello che ho letto in realtà mi ha delusa abbastanza.
I Plumb sono una delle famiglie più in vista della buona società di New York, i quattro eredi attendono da tempo il momento in cui potranno mettere le mani sul "Nido", la cospicua eredità lasciatagli dal padre. Il momento è vicinissimo, ma proprio poco tempo prima Leo decide di combinarne un'altra delle sue finendo per sperperare una grossa fetta dell'eredità di famiglia.

A questo punto, seguendo le vite di ogni membro della famiglia, ci troviamo davanti ad una grossa e ingarbugliata rete di inganni, tradimenti e mezze verità che coinvolgono i folli e spesso insoddisfatti Plumb alle prese con problemi economici e familiari.
Di questo romanzo mi è piaciuto lo stile dell'autrice che è scorrevole, elegante e spesso ironico. La narrazione è un pochino lenta, ma trattandosi di una storia familiare penso sia anche normale.

Purtroppo i personaggi mi hanno delusa molto, i protagonisti sono spesso noiosi e stereotipati, nella maggior parte dei casi non mi è piaciuto il percorso che hanno seguito. Forse l'unico personaggio più interessante è Beatrice, la scrittrice di famiglia che probabilmente ha la storyline più accattivante.

Per quanto riguarda la storia, l'ho trovata banale e poco interessante, ad esser sincera mi sono annoiata durante la lettura. Mi aspettavo una storia di una famiglia particolare e un po' folle, ma in realtà questa è la storia di una famiglia come tante in cui si litiga, spesso, e ci si fraintende, in continuazione. Un romanzo carino ma alla fin fine niente di eccezionale. Buona lettura!

"Le persone si abbandonano a vicenda continuamente, senza farsi al cortesia di scomparire davvero. Se ne vanno ma poi non lo fanno sul serio, continuano a vagare nei dintorni, a ricordarti costantemente come sarebbe potuta andare, come sarebbe dovuta andare."

Nessun commento:

Posta un commento