[II Tappa BlogTour] Il Nido di Cynthia D'Aprix Sweeney


Buona giornata cari Lettori e benvenuti alla seconda tappa del BlogTour organizzato in occasione dell'uscita di "Il Nido" di Cynthia D'Aprix Sweeney. Oggi ci occuperemo di un altro membro della famiglia Plumb. Iniziamo!
Ex genio messo in ginocchio dalla crisi del 2008, Leo è il maggiore dei quattro fratelli Plumb, babyboomers abbondantemente adulti secondo l'anagrafe e altrettanto sprovveduti nella realtà di ogni giorno, con le loro vite irrisolte e sempre in attesa del «Nido», l'eredità che il padre ha accantonato per loro, e che i fratelli hanno in buona parte già dilapidato prima di entrarne in possesso. Ed è proprio quando i soldi sembrano finalmente a portata di mano che tutto precipita: al matrimonio del cugino, nel tentativo di sedurre una cameriera diciannovenne, Leo carica la ragazza in macchina e finisce per provocare un disastroso incidente. Qualche tempo dopo, in uno di quei mesi di ottobre che a New York sembrano già inverno, Melody, Beatrice e Jack sono pronti ad accogliere il fratello appena uscito dal centro di riabilitazione. Ma è lui che preferirebbe evitare di vederli. Perché dovrebbe spiegare come – per riparare i danni dell'incidente – si è giocato anche la loro parte di eredità. E così intorno al «Nido», e a causa sua, i fratelli Plumb intesseranno una ragnatela di equivoci e inganni, segreti e bugie e tradimenti, nella quale loro stessi finiranno intrappolati. Trascinante, commovente, divertente e dissacrante, Il Nido è un concentrato di personaggi unici, un brillante riassunto delle ultime puntate della nostra Storia, un ironico bilancio generazionale e, in conclusione, una nuova dimostrazione della massima di Tolstoj: «tutte le famiglie felici si assomigliano. Ma ogni famiglia infelice, è infelice a modo suo».
Cynthia D'Aprix Sweeney ha vissuto a New York per oltre due decenni, lavorando come copywriter per varie aziende, e ora si è stabilita a Los Angeles con il marito e i due figli. Alcuni suoi saggi sono stati pubblicati sul New York Times. Il Nido è il suo primo romanzo, un esordio che ha fatto innamorare l'America e scalato le classifiche, e i cui diritti cinematografici sono stati acquisiti da Amazon Studios.
Ogni tappa di questo Blogtour è dedicata all'approfondimento di uno dei membri della famiglia Plumb, la settimana scorsa su Reading at Tiffany's si è parlato di Beatrice Plumb. Oggi invece parliamo di Melody Plumb.
Melody è la piccola della famiglia, l'ultima nata dei fratelli Plumb. Melody viene più volte descritta dagli altri, inclusa sua madre, come la più scialba della prole Plumb, quasi come se, con l'ultima arrivata, il sangue dei Plumb sia diventato annacquato, non più puro.

Melody è una donna molto precisa, pignola, spesso insicura, ma ligia al dovere e legata profondamente alla famiglia. Sposata con Walter e mamma di due gemelle, Nora e Louise, Melody si è sentita realizzata solo dopo aver lasciato la casa di famiglia, essersi sposata ed essere diventata mamma. Per lei quei momenti sono stati l'apoteosi della gioia, è stato allora che ha iniziato a smettere di vivere all'ombra della famiglia e si è sentita finalmente qualcuno.

L'attaccamento quasi morboso alla famiglia e la costante attenzione per la vita delle gemelle, l'hanno portata a trascurarsi un po' e a mettere da parte sè stessa, cosa di cui la madre la rimprovera spesso.
Arrivata ormai alla soglia dei 40 anni, Melody è pronta a ricevere la sua parte di eredità per poter così far fronte al cospicuo mutuo che lei e il marito si sono sobbarcati e per garantire alle figlie un'istruzione universitaria senza preoccupazioni.

Per Melody il Nido significa liberarsi di quella preoccupazione eccessiva per il futuro, ritrovare una certa stabilità economica e mantenere la sua amata casa. Pian piano però si renderà conto che la felicità, quella vera, non dipende da quello che si possiede ma piuttosto dalle persone che si amano.
Qui sotto trovate il calendario con il riepilogo delle Tappe.

Se volete un'anticipazione del romanzo. sbirciate il booktrailer qui sotto.

E con questo concludiamo, spero che la nostra tappa vi sia piaciuta, continuate a seguire il Blogtour! Alla prossima!

Commenti