[Anteprima Atene Edizioni] Elial. Il figlio dei due popoli di Giovanni Nikiforos


Pagine: 408 Prezzo: 19,90€
Editore: Atene Edizioni
Uscita: 25 Novembre 2016
Dai 13 anni in su
Un male assoluto sta sorgendo su lande un tempo pacifiche: arcane potenze devastano la Natura, seminando la desolazione fra i popoli liberi. In un universo dominato dalla magia, che si manifesta attraverso i doni della madre, a una strana Compagnia viene affidata una missione dal Principe Drago, garante di pace e armonia, contrapposto all'oscuro gemello. La missione si trasformerà ben presto in un'epica vicenda che deciderà le sorti del mondo, sul filo di una profezia che ha due facce e che può significare vita oppure morte. Tutto ruota intorno alla figura del giovane Elial, il figlio dei Due Popoli, erede inconsapevole di stirpi che affondano le proprie radici negli elementi primordiali. Il potere di cui è depositario potrà portare alla sopraffazione totale di ogni cosa buona o al ristabilirsi dell'equilibrio e del benessere.
Giovanni Nikiforos naturalista, illustratore, saggista. Ha lavorato a lungo in campo naturalistico in varie parti del mondo, collaborando alla realizzazione di progetti di salvaguardia ambientale. Per parecchi anni ha poi lavorato per per diverse ONG dedite allo sviluppo socioeconomico compatibile in vari Paesi del Terzo Mondo.  Ha illustrato diversi libri, di vario genere, e scritto articoli, saggi e guide, sia su argomenti naturalistici, sia su argomenti culturali o inerenti le problematiche relative ai Paesi in via di sviluppo. Per quanto concerne le tematiche naturalistiche, si ricordi, a titolo d'esempio, la Guida alla Fauna del Mediterraneo, edita da Giunti, della quale ha scritto i testi e realizzato le oltre 5.000 illustrazioni. In campo narrativo, ha partecipato alla stesura del libro "Io scrivo per voi" finalizzato alla raccolta fondi per le vittime del terremoto di Amatrice e la raccolta "Racconti asimmetrici e altre incongruenze", per i tipi di Atene Edizioni. Dopo vari pellegrinaggi, è tornato di recente a vivere a Bordighera, nel ponente ligure.

Commenti