[Doppia Recensione] Le sette sorelle & Ally nella tempesta di Lucinda Riley

Buon pomeriggio cari Lettori! Vi piace la nuova grafica? A me tantissimo, Rosa stavolta si è proprio superata! Tornando a noi, oggi vi beccate una doppia recensione...

Per la recensione di oggi parliamo dei primi due volumi della nuova serie di Lucinda Riley che sarà composta in totale da sette libri e che si basa sul mito delle Pleiadi.
Le sette sorelle inizia con la morte di Pa' Salt, un ricco uomo d'affari svizzero che vive su una bellissima isola. La sua morte sconvolge le sei figlie adottive, tornate sull'isola le ragazze scoprono che il padre aveva moltissimi segreti e che ha lasciato a ognuna di loro delle coordinate scritte su una sfera armillare che le porteranno a scoprire le loro origini. Maia è la sorella più grande, è l'unica a non aver mai lasciato l'isola ma con la morte del padre capisce che è arrivato il momento di smettere di nascondersi. Le sue coordinate la condurranno in Brasile, a Rio de Janeiro, dove scoprirà la storia della sua famiglia.
Ally, la seconda sorella, si trova a vivere un momento molto difficile che aggrava il dolore per la perdita del padre. A questo punto, armata delle sue coordinate e di un libro lasciatole da Pa' Salt, parte per la Norvegia alla ricerca delle sue origini.

Ho letto i primi due volumi della serie The Seven Sisters, il nuovo lavoro di Lucinda Riley che sarà composto di sette libri in totale, ognuno dedicato a una sorella diversa più l'ultimo che andrà a concludere la storia.
Il primo volume è dedicato a Maia, la prima sorella, bella proprio come la stella di cui porta il nome ma timida e solitaria. La morte del padre e il ritorno di un vecchio dolore la spingono a partire alla volta di Rio per scoprire le sue origini. A Rio sarà aiutata da Floriano, uno scrittore brasiliano, che la aiuterà a scoprire non solo la famiglia da cui proviene ma anche un segreto, rimasto sepolto da troppo tempo, che si riconduce alla costruzione del Cristo Redentore.

Il secondo volume è invece dedicato ad Ally, o Alcyone, la seconda sorella, la leader del gruppo. Ally è una velista di talento, è fidanzata con Theo, anche lui velista, ma la morte del padre blocca i suoi piani e la costringe a fermarsi. Ad Ally il padre ha lasciato un libro che racconta la storia di Anna Landvik, una cantante lirica norvegese che fu la musa di Edvard Grieg. Sarà proprio questa storia e le coordinate che condurranno Ally in Norvegia per scoprire cosa la lega alla storia di Anna.

Questa nuova serie della Riley è molto interessante e si basa su un mito davvero intrigante, quello delle Pleiadi. Nonostante la mole ho letto i due volumi in poco tempo grazie allo stile scorrevole, semplice ma elegante dell'autrice. In entrambi i libri seguiamo sia gli eventi presenti che Maia e Ally affrontano, sia quelli passati, cioè le storie che le legano l'una al Brasile e l'altra alla Norvegia. In entrambi i casi ho amato le storie passate, sia quella di Izabela, l'antenata di Maia, che quella di Anna e Jens, antenati di Ally.

Spesso ho trovato le storie ambientate nel passato più interessanti di quelle presenti, specialmente per quanto riguarda la storia di Maia che ho trovato meno incisiva rispetto a quella di Ally. La storia è molto carina e sono davvero curiosa di scoprire dove l'autrice voglia condurci. Sono contenta che il prossimo libro abbia come protagonista Star, la terza sorella e forse una delle più particolari. Questi romanzi danno inizio a una serie particolare, intrigante e spesso e volentieri emozionante! Una serie che celebra l'amore per la famiglia! Buona lettura!

"Non lasciare mai che la paura decida del tuo destino."

Commenti

  1. Bellissima la nuova grafica!
    Della Riley non ho ancora letto nulla ma non vedo l'ora di farlo perché me ne hanno parlato tutti molto bene. Baci!

    RispondiElimina

Posta un commento