[Recensione] La piccola bottega dei sogni di Fiona Harper


Buon pomeriggio cari Lettori! Oggi parliamo di una delle ultime pubblicazioni Harlequin Mondadori...


La piccola bottega dei sogni è un romanzo dolce, romantico e divertente. La protagonista della storia è Nicole, una giovane donna proprietaria di un'agenzia, chiamata Sogni & Fantasie, che si occupa di organizzare proposte matrimoniali.
Nicole ama il suo lavoro e cerca in tutti i modi di farlo funzionare aiutata dalle sue migliori amiche Peggy e Mia.
Tutto sembra procedere per il verso giusto fino a quando una famosa socialite non chiede a Nicole di organizzare la sua proposta di matrimonio; facendo ricerche sul futuro fidanzato Nicole scopre che si tratta di Alex Black, fotografo e sua vecchia conoscenza. Nicole e Alex si sono conosciuti brevemente durante un party a Capodanno ma, nonostante la chimica evidente tra loro, si sono persi di vista.
Per Nicole sarà difficile tenere a bada i suoi sentimenti, ma se vuole che la sua società ottenga il successo che desidera dovrà fare in modo che Alex dica di si alla proposta che sta preparando per lui...

Questo romanzo pur avendo una cover che ricorda le atmosfere natalizie, in realtà non è ambientato durante il Natale nè narra una storia prettamente natalizia.
La storia molto semplice e lineare: abbiamo Nicole, maniaca del controllo e mai realmente soddisfatta di sè stessa, che organizza proposte di matrimonio, dalle più classiche alle più pazze. La sua società è giovane e ha bisogno di pubblicità. 

L'occasione giusta arriva quando Saffron, una socialite londinese, decide di servirsi dell'agenzia di Nicole per organizzare una proposta di matrimonio in grande stile. L'unico problema è Alex Black, futuro fidanzato di Saffron e vecchia conoscenza di Nicole. Facendo ricerche su di lui, Nicole si ritrova a passare più tempo del previsto con lui, riaccendendo quel sentimento che sembrava sopito e rischiando di mandare all'aria la proposta del secolo.

Il libro si legge molto velocemente grazie a uno stile scorrevole, diretto ma allo stesso tempo ironico. La narrazione ha un ritmo abbastanza sostenuto, non ci sono pause morte, anzi la storia scorre piuttosto bene mentre leggiamo delle disavventure di Nicole.
I personaggi mi sono piaciuti molto, la protagonista pur essendo una donna insicura e mai soddisfatta, alla fine capisce che la perfezione non esiste e che è molto più importante essere sè stessi piuttosto che sforzarsi di piacere a tutti i costi agli altri. Anche Alex è un bel personaggio, diverso dai soliti personaggi maschili di cui si legge nei romanzi di questo genere. 

La storia mi è piaciuta, a parte qualche parte un po' prevedibile che cade nei soliti clichè. Nonostante questo l'ho forse apprezzato di più rispetto ad altri romanzi che ho letto, perchè oltre alla storia romantica c'è dell'altro: si parla di famiglia, di valori e del modo in cui spesso ci giudichiamo troppo severamente o diamo troppo peso al giudizio altrui.
Il percorso che fa Nicole la porta ad avere una nuova consapevolezza e ad ottenere poi il suo lieto fine. 


Una storia romantica ma non melensa e dai toni frizzanti! Buona lettura!

Commenti