[Anteprime Sperling & Kupfer] La piccola biblioteca con le ali di David Whitehouse - Fai buon viaggio Rabbit Hayes di Anna McPartlin - Menù con delitto di Jessica Fletcher - Ho seguito le stelle di Gulwali Passarlay

Pagine: 312 Prezzo: 18,90€
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 1 Marzo 2016
Bobby non crede che le cose che succedono nei libri possano capitare anche nella vita. Sarà che i pochi romanzi presenti in casa sua sono stati nascosti dal padre in soffitta; o che è passato un bel po’ di tempo da quando  gli raccontava le favole.

Da quando sua madre è sparita, lui non fa che archiviarne le tracce rimaste. Catalogare e contare: è questo che gli riesce meglio. Fino al giorno in cui incontra Rosa – una ragazzina sola, “diversa” e collezionista come lui – e sua madre, Val, che fa le pulizie in una biblioteca ambulante. È grazie a loro che, in un’estate indimenticabile, Bobby scopre la magia dei romanzi. E a bordo della biblioteca, in quello scrigno di storie, Bobby Rosa e Val fuggiranno un giorno, in cerca di salvezza e di una vita migliore. Uniti come una famiglia vera, protagonisti di un’avventura che saranno loro a vivere, giorno per giorno, come in un romanzo di cui non potranno conoscere il finale fino all’ultima pagina.
David Whitehouse vive a Londra. Scrittore, sceneggiatore e giornalista, collabora con il "Guardian", "The Times" e la rivista "Shortlist". Il suo primo romanzo, Buon compleanno Malcolm, è stato pubblicato in 18 paesi e ha vinto il Betty Trask Award, premio inglese per scrittori esordienti. Con La piccola biblioteca con le ali si è aggiudicato il Jerwood Fiction Uncovered Prize.
Pagine: 372 Prezzo: 18,90€
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 15 Marzo 2016
Mia Hayes, detta Rabbit, ama la sua vita, fatta di cose semplici e di persone straordinarie. Ama sua figlia Juliet – dodici anni e coraggio da vendere – che ha cresciuto da sola. Ama il lavoro di giornalista. Ama la sua famiglia, irlandese e chiassosa fino al midollo. Ama da sempre un unico uomo, Johnny Faye, anche se la loro storia risale a vent’anni prima. È stato lui, quando erano ragazzini, ad affibbiarle quel soprannome, per i codini che assomigliavano a orecchie di coniglio.

Eppure, per quanto ami la vita, la vita stessa ha altri piani per Rabbit. Lei ci ha provato, a combattere contro la malattia, proprio quella che le ha fatto capire quanto fosse fortunata ad avere con sé quelle persone speciali e quelle cose semplici, ma ora le restano solo pochi giorni.

Quanto tempo è necessario per pensare al futuro di tua figlia? Quanto per insegnare alla tua famiglia a dirti addio? Quanto ancora per rivivere di nuovo il tuo unico, grande amore? Rabbit sa che non conta il quanto, ma il come, purché si faccia tesoro di ogni istante. Perché anche un solo attimo può racchiudere il senso di tutta una vita, per noi e per chi ci porterà per sempre nel cuore.
Anna McPartlin vive a Dublino, dove è nata nel 1972. Autrice di sceneggiature e romanzi di successo, ha alle spalle una carriera da attrice di cabaret. Si definisce schiava della battuta e capace di trovare il lato divertente di ogni situazione, anche di quella più terribile – lezione imparata in famiglia.
Pagine: 308 Prezzo: 17,90€
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 29 Marzo 2016
Tra i ristoranti preferiti di Jessica c’è sicuramente il Fin & Claw, di proprietà di Brad e Marcie, una giovane coppia che con l’apertura di quel locale ha realizzato un sogno. A guastare la festa arriva però il famoso chef Gérard Leboeuf «Pepe», che decide di aprire un ristorante proprio vicino al loro. La competizione si fa da subito agguerrita e la tensione non tarda a salire. E, quando uno dei due chef viene trovato morto con un coltello piantato nel petto, l’altro diventa il sospettato numero uno. Ma sono in molti, in realtà, ad avere un valido movente per uccidere in questa guerra all’ultimo piatto. Toccherà a Jessica scoprire chi ha aggiunto «Omicidio» al menù...
Jessica Fletcher, scrittrice di mestiere e detective per vocazione, grazie ai suoi successi gode di una incredibile notorietà in tutto il mondo. Vive da sempre a Cabot Cove, nel Maine.
Pagine: 384 Prezzo: 19,90€
Editore: Sperling & Kupfer
Uscita: 22 Marzo 2016
A dodici anni il mondo sembra perfetto, ma quando quello stesso mondo condanna tuo padre a morte e obbliga la tua famiglia a scappare, tutto si infrange. È successo a Gulwali, ragazzino afghano che impara presto a conoscere la guerra, costretto, insieme con il fratello Hazrat, a scegliere se arruolarsi tra le file dei combattenti religiosi come bambino-kamikaze o essere usato come spia dai soldati americani. Non c’è via d’uscita, non in Afghanistan. Per questo sua madre, decisa a fare di tutto pur di salvare i figli, obbliga Gulwali e Hazrat a lasciare il paese. Quando i ragazzini vengono separati, la loro sorte diventa sempre più incerta e Gulwali, ormai solo, dovrà attraversare otto stati, dalle montagne dell’Afghanistan all’Iran, dalla Grecia all’Italia, per raggiungere la salvezza in Inghilterra. Sul suo cammino conoscerà la crudeltà umana e la solidarietà, la brutalità e la fame, la solitudine e il terrore delle acque imperscrutabili del mar Mediterraneo. Lottando contro ogni avversità, Gulwali riuscirà ad arrivare a destinazione e a ricominciare a vivere, ricordando quello che gli ha raccomandato la madre: “Qualunque cosa succeda, non tornare mai”.
Gulwali Passarlay ora ha ventun anni e vive in Inghilterra. Dopo il suo arrivo è stato adottato e ha imparato l’inglese. Studia all’università ed è un paladino della democrazia. Fa parte di numerosi gruppi di aiuto che si dedicano ai giovani e si occupa di diritti umani. Nel 2012 è stato invitato a portare la torcia olimpica.

Nadene Ghouri, giornalista, è stata nominata due volte Giornalista dell’anno.​

Commenti