[Recensione] 99 giorni di K.A. Tucker


Buona giornata e buon fine settimana cari Lettori! Oggi parliamo di un romanzo gentilmente inviatoci dalla Newton...

99 giorni è l'ultimo romanzo da noi approdato di K.A Tucker, autrice di Dieci piccoli respiri, che torna in libreria con una storia forte ed emozionante.
Una giovane donna viene ritrovata nella campagna dell'Oregon dopo una brutale aggressione. Miracolosamente sopravvive ma non ricorda più nulla della sua vita, nemmeno il suo nome. Accolta da un'irascibile vecchietta, la ragazza si trasferisce nella sua fattoria, si dà un nuovo nome, Acqua, e ricomincia una nuova vita sperando prima o poi di ricordare la sua vera identità. Pian piano Acqua inizia a ricordare qualche frammento della sua vita, sopratutto quando conosce Jesse Welles, il figlio dei vicini di casa, un ragazzo che sente di conoscere e che sembra far riaffiorare la sua memoria. A differenza di Acqua, Jesse spera che la sua memoria non torni mai così non sarà costretta a ricordare cose che la feriranno quanto l'aggressione di cui è stata vittima...
La storia di Acqua è una storia che parla di rinascita e nuovi inizi. Dopo l'aggressione che ha subito e la conseguente perdita della memoria, Acqua è sperduta, non sa da dove iniziare per ricominciare una vita normale. L'aiuto le arriva da una burbera donna, Ginny, che vive in una fattoria e che decide di offrire alla ragazza un posto in cui stare. I vicini di casa di Ginny sono lo sceriffo Welles e sua moglie, il chirurgo che si è occupato di Acqua. Loro figlio, Jesse, ha un volto familiare, Acqua sente di conoscerlo già da tempo e quando è con lui brevi sprazzi della donna che era un tempo tornano ad affiorare. Acqua e Jesse hanno un legame speciale, ma la storia che si nasconde dietro quel legame è più dolorosa di quel che Acqua crede.

Il nuovo romanzo della Tucker racconta una storia a tratti dura e dolorosa. Acqua è una protagonista confusa, non ricorda nulla di sè, è come se iniziasse a vivere insieme al lettore che legge la sua storia.  La narrazione è divisa in due parti: da una parte seguiamo il racconto di Acqua, dal suo risveglio fino alla rinascita, mentre l'altra parte della storia è narrata da Jesse che racconta quello che è accaduto prima dell'aggressione. Lo stile dell'autrice è scorrevole, delicato e capace di cogliere ogni sfumatura di emozione e trasmetterla al lettore.

La storia si lascia leggere con molta facilita, insieme ad Acqua e Jesse ci ritroviamo a percorrere la nascita del loro legame nel passato e, contemporaneamente, assistiamo all'affermarsi di quel legame che continua ad esistere nonostante Acqua non ricordi nulla. In alcune parti ho trovato la storia e i personaggi un po' intrappolati nei soliti clichè tipici del genere, ma nonostante questo il romanzo mi è piaciuto comunque. La storia narrata è molto bella, romantica ma non stucchevole e piena di speranza. Il messaggio arriva forte e chiaro: a dispetto di tutto alcuni legami resistono e durano nel tempo, indipendentemente da quanto ricordare possa essere doloroso! 
Buona lettura!


"La mente può essere ingannevole. Ma non può nulla contro la forza del cuore."

Commenti