[Recensione] Vodka & Inferno. La morte fidanzata di Penelope Delle Colonne


Buon pomeriggio e buon inizio di settimana cari Lettori! Oggi parliamo di un romanzo di un autrice italiana dallo stile molto particolare...

Vodka & Inferno. La morte fidanzata è il primo romanzo di una serie che spazia tra il fantasy, l'horror e il gotico e che racconta la storia di Frattaglia e Viktor.
Frattaglia è uno scarto dell'umanità, una persona a cui la vita non ha offerto nulla. Quando incontra Viktor per la prima volta, incontro avvenuto in occasione della morte del giovane, Frattaglia si sente immediatamente legato a lui, come se fossero due metà che non aspettano altro che riunirsi.
Frattaglia seguirà Viktor a casa sua, nella gelida Russia di fine 800 al Castello dei Mickalov, dove Viktor tornerà come Upir,e tenterà in questa sua nuova forma di ridare lustro al suo casato coinvolgendo nei suoi piani tutta la sua famiglia e Frattaglia...

Questo corposo romanzo dalle tinte gotiche è stato una lettura particolare e diversa dal solito!
La storia inizia con il ritrovamento del corpo senza vita di Viktor Mickalov, un nobile russo in visita dallo zio a Venezia. Il corpo viene trovato dai ladri di cadaveri veneziani ed è Frattaglia a impedire che venga venduto; sempre Frattaglia restituisce il corpo alla famiglia e si ritrova a partire insieme a loro per la Russia per riportare Viktor a casa. Non voglio svelarvi altro riguardo alla trama perchè credo che questo sia un romanzo da scoprire pian piano.

La storia ha un'ambientazione bellissima, si va dai meravigliosi canali veneziani ai suggestivi e gelidi paesaggi russi, tutto è ammantato da una coltre di mistero che rende il romanzo ancora più intrigante! Lo stile dell'autrice è particolare, ricco di belle descrizioni e molto evocativo. Penelope Delle Colonne è un'autrice di indubbia bravura che riesce a incantare il lettore con le sue parole!

La narrazione ha un bel ritmo, solo in alcuni passaggi ho trovato la storia un po' lenta, ma per la quasi totalità del libro le pagine scorrono via con molta facilità. I personaggi sono tutti un po' fuori dalle righe, ho apprezzato particolarmente i due protagonisti, Frattaglia e Viktor, e lo sviluppo del loro rapporto. Il romanzo è diviso in varie parti, ognuna di esse scandisce un cambiamento che coinvolge i Mickalov e con loro Frattaglia che si ritrova coinvolto in una storia dalle tinte soprannaturali.

Punto forte del romanzo è sicuramente l'atmosfera, scura, dalle tinte fortemente gotiche e che sembra rievocare delle vecchie storie in bilico tra l'horror e il fantasy.
Pur non essendo un genere che leggo abitualmente o che prediligo, il primo romanzo di questa serie mi ha colpito favorevolmente sopratutto grazie al particolare stile dell'autrice.
Se volete leggere qualcosa di diverso dal solito date un'opportunità a questa storia! Buona lettura!

"A tutti capita di buttarsi via sperando di essere raccolti da qualcuno."

Commenti

  1. Anche a me è piaciuto troppo! Ti lascio qui la nostra recensione ^^
    http://unbuonlibrononfinisce-mai.blogspot.it/2016/02/doppiarecensione-in-anteprima-vodka-la.html

    RispondiElimina
  2. Adoro lo stile di scrittura di Penelope e non vedo l'ora che arrivi la mia copia del libro.
    Bella recensione :)

    RispondiElimina
  3. Bellissima recensione ed essendo esattamente il genere che prediligo non vedo l'ora di leggerlo! Già ordinato ovviamente.

    RispondiElimina
  4. Bellissima recensione! Non vedo l'ora di immergermi tra le pagina del libro

    RispondiElimina
  5. Davvero una bella recensione. Hai proprio ragione, lo stile di Penelope incanta!

    RispondiElimina
  6. Nessuno sa se per caso esiste una versione eBook..? Non vedo l'ora di leggerlo..

    RispondiElimina

Posta un commento