[Recensione] Armadale di Wilkie Collins


Buon pomeriggio cari Lettori e buon fine settimana! Oggi per la rubrica "Letture dal passato", parliamo dell'ultimo classico che ho avuto il piacere di leggere...

Armadale è il secondo romanzo che leggo di Wilkie Collins, autore inglese di enorme successo contemporaneo di Dickens. Armadale è una storia dalle tinte misteriose che non fa che confermare l'immensa bravura di questo autore che apprezzo sempre più.
La storia di Armadale inizia dal passato, da due uomini che si contendono una donna, una proprietà e un nome. Una storia finita in tragedia che spinge uno degli uomini a mettere in guardia il figlio allora neonato attraverso una lettera in cui lo invita a stare lontano dall'uomo che in futuro porterà il suo stesso nome. Una lettera che diventa poi il cardine della nuova storia che coinvolge i due Armadale e una misteriosa donna dai capelli rossi.
Misteri, tradimenti, segreti, rivalità e passioni si mescolano in questa storia semplicemente bellissima...
Armadale è un libro meraviglioso, una lettura imperdibile che ogni lettore dovrebbe affrontare anche solo per realizzare che grande autore sia stato Wilkie Collins!
Tra passato e presente seguiamo la storia dei due Armadale, Allan, giovane gentiluomo dal carattere semplice e che ignora completamente le vicende legate al nome che porta e alla sua famiglia, e l'altro Armadale, conosciuto come Ozias Midwinter, un giovane uomo che dalla vita ha ricevuto solo dispiaceri e che per la prima volta trova in Allan un amico affezionato e leale.

Poi la lettera che è protagonista della prima parte del romanzo torna a farsi sentire prepotente e cambia le carte in tavola. Ozias scopre la verità sul passato di suo padre e del padre di Allan, legge l'avvertimento che lo invita a stare lontano da Allan ma trova difficile obbedire. Titubante Ozias aspetta e segue Allan nella sua tenuta dove compare sulla scena Miss Lydia Gwilt, una donna misteriosa che arriva dal passato e che potrebbe metterli in pericolo entrambi...

Questo romanzo dalla mole consistente riesce a farsi leggere in maniera talmente scorrevole che si arriva alla fine e non si sa neanche come quelle 800 pagine siano volate via!
La storia narrata in Armadale è intrigante e ricca di mistero! Il segreto contenuto nella lettera indirizzata a Ozias occupa tutto il romanzo insieme a quello legato alla figura di Miss Gwilt, in entrambi i casi il lettore si ritrova catturato nella fitta rete costruita da Collins col fiato sospeso fino alle ultime pagine del romanzo!

Collins è un narratore eccezionale, un maestro nella descrizione dei luoghi e delle ambientazioni e sopratutto nel caratterizzare i suoi personaggi che sono così reali da sembrare veri.
La tipica ambientazione della campagna inglese è descritta magistralmente e fa da sfondo ad una vicenda che è tutto tranne che semplice. Credo che parte del successo di questa storia sia dovuto proprio ai personaggi che la animano.

I protagonisti della storia, Allan e Ozias, sono come il giorno e la notte. Allan è un uomo semplice, allegro, spesso ingenuo, buono e che non vede mai la malvagità negli altri. Ozias invece è un uomo chiuso, taciturno, dalla personalità molto più misteriosa. Nonostante questa totale diversità di carattere i due diventano ottimi amici, almeno fino a quando la lettera e la comparsa di Lydia Gwilt non li portano a separarsi con terribili conseguenze per entrambi.

E arriviamo proprio a lei, forse la vera protagonista del romanzo, Miss Lydia Gwilt. Donna enigmatica, affascinante ma cattiva, quasi diabolica, e dal passato sicuramente poco immacolato. Descritta e caratterizzata magistralmente da Collins, Lydia è la cattiva della storia, una vera cattiva ma con sprazzi improvvisi di umanità che la rendono un personaggio dalle mille sfaccettature. Gli intrighi che trama ai danni dei due Armadale e gli infiniti piani maligni che ordisce, fanno di Lydia una delle donne della narrativa più cattive e ambigue di sempre.

Dialoghi brillanti, misteri che sembrano non avere soluzione, due personaggi che condividono un passato che potrebbe condurli alla rovina, e la figura di una donna che quasi come un burattinaio muove i fili dell'intera storia conducendo i due Armadale verso il finale che desidera.
Armadale è un romanzo eccezionale, finora il mio preferito di Collins, un romanzo che credo ogni lettore debba assolutamente leggere! Buona lettura!



"E' stato detto, e in modo veritiero, che dal male può venire il bene."

Commenti