[Recensione] La finestra sul mare di Sabrina Grementieri


Buon Pomeriggio cari #FeniLettori! Oggi parliamo di un libro che ho avuto il piacere di leggere in anteprima.  

La finestra sul mare è un libro sensibile che mira alla crescita e alla svolta di una vita, quella di Viola la protagonista. Dopo la morte della nonna, Viola eredita la sua vecchia Masseria in Salento e da lì scopre di voler seguire altre strade, di scoprire altre terre e altre sensazioni.

La vita che aveva vissuto fino ad allora non la rendeva completa ed è così che contro il volere dei suoi genitori (soprattutto del padre) decide di ristrutturare la masseria di famiglia.

Un storia dolce, romantica e silenziosa che in punta di piedi arriva fino al cuore e rimane lì scavando nel profondo. 

La nonna Adele era stata una donna forte con i suoi mille risvolti, era temuta da tutti e ammirata anche se nessuno osava sfidarla, con i suoi occhi di ghiaccio riusciva a leggere dentro i cuori ed è per questo che lascia a Viola, ancora insicura e titubante la sua bellezza più grande, l'arte di riuscire a costruire una fortezza e non lasciarla espugnare da nessuno che le faccia del male.

Il romanzo è articolato, molti eventi si susseguono e quasi Viola sembra voler abbandonare il tutto ma nell'infinito sconforto accade sempre qualcosa che le fa cambiare idea. Vengono affrontati molti temi, la forza di volontà, la malattia di un bambino al quale Viola si affeziona, l'intimidazione e l'amore controverso. Una storia ampia che spazia in diversi universi ma si ritrova in  una dolce storia dove la solitudine e alcune volte la tristezza la fanno da padrona.
Ambienti caldi e ben descritti trasformano queste pagine in pensieri che corrono veloci verso il mare, le onde e il cielo, bellezze infinite dove chiunque può perdersi e ritrovarsi in un istante. Dal sapore del mare e della terra si riscoprono vecchi e nuovi sapori.

Adele chiuse gli occhi e inspirò a fondo. Era giunto il momento. Lieve come un soffio, la sua anima si liberò dalle catene e, rilassando il viso segnato dalla vita, prese il volo.

Commenti