[Rubrica: Hating Books that everyone loves #13] P.S. Ti amo ancora di Jenny Han


Buon pomeriggio cari Lettori! Eccoci ad una nuova puntata della nostra Rubrica che contiene le recensioni più irriverenti e canzonatorie. 
Ebbene si, sono tornata! Sono due mesi che non scrivo recensioni cattivelle e che mi comporto da personcina seria ed educata. Tutto questo non poteva durare troppo e infatti eccomi di ritorno armata di una buona dose di sarcasmo e di tante Gif nonsense!



P.S. Ti amo ancora è il seguito di Tutte le volte che ho scritto ti amo. La storia riprende esattamente dove eravamo rimasti: Lara Jean e Peter stanno facendo i conti con gli inaspettati sentimenti nati dalla loro finta relazione. Intanto Margot è tornata dalla Scozia e Lara Jean è riuscita finalmente a chiarirsi con la sorella. Purtroppo però la relazione con Peter non è tutta rose e fiori, invidie e gelosie mettono Lara Jean alla prova e la portano a rimettere in discussione quello che pensava di provare.

Il primo romanzo di questa duologia mi era piaciuto abbastanza, era una lettura sicuramente molto semplice e senza pretese, ma simpatica e dolce. Purtroppo non posso dire lo stesso del seguito della storia che risulta davvero banale e noioso!


Lara Jean sta iniziando a capire cosa significa essere innamorati, e ben presto si rende conto che l'amore non è sempre tutto bello e positivo, ci sono anche i momenti brutti. La sua relazione con Peter, ancora agli inizi, viene già messa alla prova dall'invidia di chi li circonda che li mette al centro di uno scandalo che per la pudica Lara Jean è un vero colpo al cuore. Come se non bastasse in città torna John, un altro ragazzo a cui Lara Jean scrisse una delle sue famose lettere d'amore. Il suo arrivo porta ulteriore scompiglio nella vita di Lara Jean causandole non pochi dubbi e confusione.

La lettura di questo romanzo mi ha delusa parecchio, la storia raccontata nel primo romanzo era dolce e molto carina nella sua semplicità, invece gli sviluppi sono di una banalità atroce, della serie che in alcuni passaggi mi sarei strappata volentieri i capelli dalla noia!


Lo stile è sempre molto semplice e scorrevole, la narrazione però risulta essere troppo lenta. In tutto il romanzo non succede quasi nulla, assistiamo solo al tira e molla di Lara Jean e Peter e agli scherzetti di dubbio gusto di Genevieve. 
Poi, io ho capito che Lara Jean è giovane e inesperta, ma ragazza mia datti una svegliata! Non si può essere così stupidi ehm ingenui. Questo continuo tira e molla, l'indecisione patologica e la confusione più totale di Lara Jean alla lunga stancano e rendono il romanzo monotono. E' possibile che dopo 200 pagine di dubbi atroci e notti insonni, alla fine ancora non hai capito niente!?


Un po' come era successo leggendo il primo romanzo, la cosa che mi è piaciuta, forse l'unica, è la famiglia di Lara Jean e il modo in cui vengono gestiti i rapporti familiari. I passaggi di cui sono protagonisti sono sicuramente i più realistici e dolci. Per quanto mi riguarda mi sento di bocciare questo romanzo, l'evoluzione della storia è davvero troppo banale e prevedibile e alla fine annoia parecchio. Forse le lettrici più giovani potrebbero apprezzarlo maggiormente, ma io che ormai c'ho un'età no! 

Al prossimo appuntamento con "Hating Books that everyone loves"!

Commenti