10 marzo 2017

[Rubrica:TeenReview#62] Recensione-Starlight di Cristina Chiperi


Buonasera lettori! Buon Venerdì e buon (quasi) fine settimana.
In questi ultimi giorni ho letto un libro che mi ha molto sorpresa.
"I corridoi dell’università sembrano infiniti, soprattutto per una matricola come Daisy. Tutto è nuovo ed entusiasmante per lei. Non riesce a immaginare un periodo più sereno della sua vita, fino a quando in quegli stessi corridoi incontra due occhi che avrebbe preferito non rivedere. Appartengono a Ethan, il suo migliore amico quando aveva dodici anni. Dietro quel ciuffo ribelle, Daisy riconosce il ragazzino timido e misterioso che l’aveva conquistata con le sue storie sul cielo e le costellazioni, soprattutto quelle stelle binarie che viste dall’occhio umano sembrano una sola, ma in realtà sono due e sono inseparabili. Ruotano sempre insieme nonostante tutto, qualunque cosa succeda. Così erano lei e Ethan. Poi tutto è cambiato. Perché lui ha tradito la sua fiducia e Daisy non crede che possa più esistere un legame così forte. Non crede più nella magia delle stelle. Lei crede nel fascino delle parole e dei ragionamenti. Non potrebbero essere più diversi di così, lei persa tra gli insegnamenti dei suoi amati filosofi e lui nelle formule astronomiche. Parlano due lingue differenti ormai. Eppure rincontrarlo dopo tanto tempo le fa provare emozioni forti e contrastanti. Daisy deve scegliere tra perdonare e ricordare. Il primo istinto è quello di fuggire. Perché la luce delle stelle a volte può abbagliare. Ma stelle binarie si nasce, e non si può fare nulla per cambiare il destino. C’è sempre una forza che ti riporta indietro. Il tuo posto è lì, per sempre."

Sono rimasta piacevolmente sorpresa da questo libro.

L'anno scorso lessi il primo volume di "My dilemma is you" e non mi piacque proprio.
Ero, infatti, un po' restia a leggere questo romanzo ma, adesso, mi complimento con me stessa per averlo fatto.

La trama non è piena di lacune come mi aspettavo e le vicende raccontate sono molto realistiche e ben strutturate.

Però una caratteristica che sto riscontrando in un bel po' di YA, e che mi sta un po' scocciando,sono i riferimenti a marche americane e band in voga fra gli adolescenti.
Certo, è normale visto che le autrici sono adolescenti però da un lato è un po' noioso  ritrovarseli sempre.

Lo stile è scorrevole e lineare.
Forse qualche parte del libro un po' troppo scontata.
Una cosa che mi è molto piaciuta sono stati gli aforismi a tema astronomico e filosofico all'inizio di ogni capitolo.
Dal romanzo traspare quanto la Chiperi si sia informata e non abbia scritto questo libro a caso.

Che dire... mi è piaciuto.
E sono lieta di annunciarvi che ci sarà il seguito! Sono curiosa di leggerlo.
Per rimanere in tema vi lascio con Counting Stars degli OneRepublic.
"Quando la notte indossa le stelle, pensa a me."

Nessun commento:

Posta un commento