[Recensione] La ricetta del dottor Wasser di Lars Gustafsson

Salve a tutti cari lettori! Il libro che mi accingo a raccontarvi quest'oggi è La ricetta del dottor Wasser di Lars Gustafsson. 

La sinossi: "Io sono un vincente", dichiara il dottor Wasser dall'alto della sua onorata carriera come dirigente sanitario e luminare dei disturbi del sonno, nonché incallito Don Giovanni e campione di ogni concorso, quiz e gioco enigmistico. Con lo humour scanzonato del vecchio saggio, che sa ormai affrontare i grandi dubbi della vita come i cruciverba, l'ottantenne professore si abbandona al puzzle dei ricordi per ricomporre la sua infallibile ricetta esistenziale, con cui ha osato perfino sfidare, e vincere, la realtà: da ragazzo pieno di talenti incompresi in un paesino del Västmanland, promettente gommista e lavavetri all'ospedale di Uppsala, al giorno in cui il caso gli offre l'«improbabilità» di vivere un'altra vita, rubando l'identità di un medico tedesco fuggito dalla DDR.

Contro ogni regola e logica, in un irresistibile attimo d'ispirazione in cui la sua volontà si fa davvero libera, l'invisibile manovale diventa il brillante dottor Wasser. Un impostore spudorato che sfodera un patrimonio inesauribile di risorse, intellettuali, creative e seduttive, per reinventarsi ogni giorno con grandioso successo elevando ad arte eroica la menzogna - che in fondo è spesso la sostanza delle nostre cosiddette verità.

L'ironia che alla fine della vita prende, la lontananza e, al tempo stesso, la vicinanza delle cose, reali nella loro carnalità; la banalità della nostra esistenza contemporaneamente così preziosa.

C'è tutto questo, in passaggi veloci, istantanee nostalgiche di elementi unici di vita che si possono cogliere nella loro essenza solo quando si è prossimi alla fine.

Buona lettura, alla prossima scoperta!

Commenti