3 luglio 2017

[Rubrica: Italian Writers Wanted #99] La guerra dei Lupi di Alessio Del Debbio - Qui il cielo è più vicino di Francesco Giannelli Savastano - Un sussurro tra i veli candidi di Simona Diodovich - Il labirinto infernale di Stefania Giammetti - Ferion. Cuore vs acciaio di Francesco Maneli


Buongiorno miei cari #FeniLettori, novantanovesimo appuntamento con la rubrica "Italian Writers Wanted". Ogni giorno, riceviamo tantissime e-mail , molte di autori emergenti e non, in self o di piccole case ed. Abbiamo sempre dato il giusto spazio a tutti ma da oggi abbiamo deciso di creare una rubrica che racchiuda tutte le segnalazioni (di libri già usciti o che ancora dovranno uscire) che ci mandate. Di volta in volta, ogni settimana, presenteremo svariati autori...sperando di farvi cosa gradita. Buona Lettura!
Amici da anni, Ascanio, Daniel, Marina e la loro compagnia di Viareggio non desiderano altro che trascorrere una tranquilla vacanza insieme, ma il destino ha altro in serbo per tutti loro. Gli ulfhednar di Odino sono tornati e la Garfagnana non è più un posto sicuro da quando Raul ha preso il comando del branco del Vello d’Argento. Spetta ad Ascanio, ultimo discendente di una stirpe di officianti della Madre Terra, contrastare i suoi progetti di dominio, aiutato dal suo compagno Daniel, un ulfhedinn fuggiasco che ha imparato ad apprezzare la vita tra gli uomini. Ma dietro le mire espansionistiche del violento e indegno Alfa si nasconde un’ombra antica, disposta a tutto pur di aggrapparsi alla vita.

«Per questo continuiamo a provare. Per rendere onore a chi è caduto, per vincere le nostre paure e promettere a noi stessi di non fallire più.»

Ambientato in Toscana, tra Viareggio e le montagne della Garfagnana, il libro mescola mitologia nordica e celtica a storia e leggende toscane, alternando, con ritmo incalzante e colpi di scena, capitoli nel presente e altri nel passato.
Alessio Del Debbio, scrittore viareggino, appassionato di tutto ciò che è fantastico e oltre la realtà. Numerosi suoi racconti sono usciti in riviste (come Con.tempo e StreetBook Magazine) e in antologie, cartacee e digitali (come I mondi del fantasy, di Limana Umanìta Edizioni, Racconti Toscani, di Historica Edizioni, Sognando, di Panesi Edizioni). I suoi ultimi libri sono Favola di una falena (Panesi Edizioni, 2016), Ulfhednar War – La guerra dei lupi (Edizioni Il Ciliegio, 2017). Cura il blog “I mondi fantastici” che promuove scrittori di fantasy italiano. Scrive articoli per il portale di letteratura fantastica “Le lande incantate”. È presidente dell’associazione culturale “Nati per scrivere” che d’estate organizza la rassegna “Un libro al tramonto” – Aperitivi letterari a Viareggio, per far conoscere autori toscani.


I quattro protagonisti di questo romanzo non hanno nulla in comune, se non la giovane età. Non si conoscono e provengono da Paesi diversi. A unirli è la loro destinazione, la Nuova Zelanda, e lo scopo del loro viaggio: la ricerca di un futuro migliore o semplicemente di qualcosa di straordinario, scegliendo di visitare città e luoghi agli antipodi rispetto alle loro terre di origine. 

Leonardo è un ragazzo romano che parte per la Nuova Zelanda alla ricerca di un'avventura, di un lavoro, di una vita migliore, lasciandosi alle spalle le delusioni del suo Paese.

Fernanda è un'argentina con una voglia smisurata di libertà e di vita senza regole, che esce finalmente da
casa sua a Buenos Aires per vivere una vita da nomade in compagnia della sua macchina fotografica.

Poi c'è Jonas, un diciottenne tedesco che si concede un anno sabbatico dopo il liceo prima di tornare a studiare all'Università, sperimentando per la prima volta la vita solitaria lontano dalla famiglia.

Infine Julien, un parigino che si ferma in Nuova Zelanda per alcuni mesi prima di proseguire il suo viaggio in Cina, non prima di rendersi conto delle bellezze del Paese in cui si trattiene.
Francesco Giannelli Savastano vive a Roma ed è appassionato di sport, ambito nel quale ha trovato subito lavoro: è insegnante di tennis e di rugby e tiene lezioni di fitness. Adora viaggiare, soprattutto tra le grandi e le piccole città d'Europa. Lettore compulsivo, non parte mai senza un libro in mano. Ha vissuto e lavorato per un anno in Nuova Zelanda, esperienza che lo ha profondamente segnato.

Imara Mathis di Gordian sta per sposare il conte di Braston, un uomo lussurioso e arrogante che non esita ad abusare di ogni donna che incontra sul suo cammino, compresa la sua promessa sposa. La giovane donna si dispera, finché non vede tutto sotto un’altra prospettiva: il conte, violandola, le ha dato l’opportunità di divertirsi fino al giorno in cui sarà costretta a sposarlo. Quando incappa in Micah, non sa chi sia. Non conosce il gioco dietro i veli trasparenti. Non sa nulla del mondo, questa è l’unica cosa di cui è consapevole. Nonostante tutto però, l’unico particolare di cui è conscia, è che vorrebbe andare lei, con quel bellissimo uomo biondo, dietro quei veli prima di rientrare per sempre nella sua prigione dorata.

Vuoi sapere come si gioca dietro i veli candidi?

Simona Diodovich nasce a Milano il 17 Aprile 1969, studia come grafica pubblicitaria diventando poi illustratrice a Canale 5 disegnando cover di cd e dvd per A. Valeri Manera. Ha ventinove anni d’esperienza lavorativa nell’editoria.
Lucrezia vorrebbe essere come la sua migliore amica Arianna, sempre sicura di sé. Invece trema come una foglia durante le lezioni di equitazione e rischia un mancamento ogni volta che attraversa una piazza di Roma affollata. Non immagina certo di essere destinata a una grande avventura insieme a due giovani Lari, Giunio e Flora, e ai loro mentori. Le mitiche divinità dell’Antica Roma non sono mai scomparse, si sono rifugiate nella Villa dei Quintili lungo l’Appia Antica, dove vivono un’esistenza dedita allo studio, invisibili agli uomini incapaci di vedere. Ma un’antica profezia sta per compiersi: le forze del Male si stanno radunando per rompere i vincoli che le legano al mondo degli inferi, invadere quello degli uomini e far trionfare il caos. Toccherà a Lucrezia e ai suoi mitici amici tentare di fermarli!
Stefania Giammetti è laureata in matematica e lavora come informatica. Vive a Roma insieme al marito, alla figlia e a un dolcissimo labrador. Pratica da sempre equitazione e yoga, le sue grandi passioni accanto a quella per la lettura. Il labirinto infernale è il suo primo romanzo, ma la scrittura l’ha appassionata al punto che ha deciso di farne una serie: “I Mitici”.
Questa storia ha inizio in una terra di nome Tabacra, un luogo sconfinato pieno di guerrieri formidabili, popolato da nani, elfi, giganti e demoni. In questo mondo però solo agli uomini era stato concesso un potere unico, in grado di sbaragliare ogni altra forza, l’abisso del cuore. Tutto ha inizio quando la notte aveva già avvolto il mondo e sembrava non lasciar spazio più a nulla. In questo tempo e luogo sconosciuto il grande drago Angarus, signore del cielo e della terra di Tabraca, si trovò a fronteggiare una situazione inaspettata: un bambino. Tutto inizia con il suo ritrovamento e con la scarsa dimestichezza di un drago nel crescerlo. Un bambino dal passato avvolto nelle tenebre, dense e misteriose, come lo era quella notte. Spesso il destino nasconde dietro un semplice incontro o un bambino, una storia molto più lunga e complessa, fatta di cuori e di vite che si legano, di battaglie e di una magia che descrive chi sei.
Una magia che ti aiuta a capire che gli errori sono la chiave per riscattare la propria vita e cambiare il proprio destino. Tutti hanno un passato, tutti commettono errori, ma solo pochi sono in grado di superarli e renderli magia, trasformarli in fiamme che alimentano un cuore e quel bambino per quanto piccolo aveva lo stesso destino che accomuna tutti gli uomini, quello di sbagliare. Il suo errore però gli costerà caro, gli ruberà il braccio, il quale sarà avvolto dalle tenebre, le quali tenteranno di rubare anche il suo cuore. Ferion crescerà aiutato da Angarus e un mago guerriero, che nonostante sia un donnaiolo riuscirà a fargli trovare quel calore che solo una famiglia può donarti. Così tra la vita, un drago e un mago, Ferion diventerà grande fino a che non si troverà a fronteggiare il più grande errore che abbia mai commesso fino a quel momento. Questo cambierà il suo destino, portandolo lontano da quelle persone che erano diventate la sua casa. Lontano per contrastare quell’oscurità che aveva dentro e che restava visibile a tutti come un peccato sul suo braccio, ormai diventato quello di un demone. Ferion affronterà mostri e demoni, si allenerà con tre maestri alquanto sadici ma fortissimi: un nano, un mezzo elfo e un guerriero rinnegato. Capirà che tutti portano una colpa sul proprio cuore e insieme a loro ed Arila una ragazza dal passato difficile, riuscirà a diventare più forte e a crescere; così forte che il destino della sua vecchia città e delle persone che ama sarà nelle sue mani.
Francesco Maneli è nato a Mugnano di Napoli. Diplomato in lingue al liceo Niccolò Jommelli (Aversa). Studente di Giurisprudenza alla Federico II di Napoli, prima pubblicazione con la Cavinato editore International nel 2015 con il libro Ferion cuore vs Acciaio, fantasy per ragazzi, la seconda pubblicazione è stata con la LFA publisher nel 2016 con la raccolta di poesie: Lucciole. E' un appassionato di sport, di qualunque tipo, ama la scrittura, l’arte, leggere ed ha un legame intimo e viscerale con la poesia. Legge molti autori stranieri come: Emily Dickinson, Pablo Neruda, Hermann Hesse, Fernando Pessoa e Wislawa Szymborska. Tra le sue passioni ci sono anche quella per i film, le serie tv e gli anime. Ama Hayao Miyazaki e la magia dei suoi film.

3 commenti: