[Recensione] Jules di Didier Van Cauwelaert


Buongiorno miei cari! Oggi una recensione di un libro che è uscito ieri e ci è arrivato in anteprima alcuni giorni fa!

La storia è quella di Jules, un labrador per ciechi, la sua padrona Alice è una non vedente a causa di una violenza che ha subito e lui si prende cura di lei. Jules è un cane super-dotato con dei sentimenti forti e uno spirito combattivo, riesce ad aiutare gli altri e sentire il dolore prima che arrivi. Un giorno si ritrovano nell'aeroporto di Parigi-Orly dove incontrano Zibal, genio plurilaureato in astrofisica e ingegneria biochimica ma dall'animo troppo debole, ritrovatosi a vendere Macarons in una bancarella. Qui incontrerà per la prima volta Alice e Jules...

La storia è molto carina, dolce e sensibile. Tocca un tema molto importante quale la cecità e i cani per non vedenti che vengono addestrati proprio per questo ruolo, la loro costanza e il loro proteggere sempre chi gli sta accanto. Tramite comandi ben specifici riescono elegantemente a svolgere tutti i compiti elementari.

La dolcezza con cui viene raccontata la storia è molto delicata, semplice e leggera. La scrittura è scorrevole, non si sofferma su particolari precedenti come le loro vite e arriva subito al sodo, rendendo il tutto compatto e omogeneo.

Dopo l'intervento di Alice agli occhi per riavere la vista, Jules si sente perso ma non si scoraggia, trovando sempre un modo per riscattare il suo ruolo e ciò che gli è stato impartito. Una storia molto tenera per chi ha bisogno di qualcosa di tranquillo e rilassante.

I Macarons furono galeotti!

Commenti