[Recensione] La libreria delle storie sospese di Cristina di Canio


Buon pomeriggio cari #FeniLettori! Mi accorgo che sono come una spugna, assorbo, assorbo, assorbo e faccio tantissime cose, ne ho fin sopra la cima dei capelli ma adoro i libri, quando ne esce uno nuovo che mi attira devo inventarmi qualcosa ...è più forte di me. Dopo questo preludio incasinato, passiamo a un libro uscito da poco per Rizzoli. 

La libreria delle storie sospese scritto dall'italiana Cristina Di Canio, una libraia con un cuore grande quanto il mondo e la sua passione per i libri. A tal proposito vi annuncio che la settimana prossima vi sarà anche un BlogTour, inerente a questo libro, vedrete troverete un sacco di approfondimenti interessanti e una copia per voi!

Una storia dolce che tocca più vite, seduta nella sua poltrona Adele una signora attempata racconta il susseguirsi degli eventi. Lì nella piccola scatola lilla i sogni sono ancora possibili tra un avventore e un altro si confondono storie di anime che credono in qualcosa, che vogliono risvegliarsi dal torpore della vita, anime innocenti e perse per sempre nel loro cinico mondo.

Nina il nome della libraria che impersonifica, in un certo senso, la nostra autrice è una ragazza dolce, insaziabile di cultura e di sogni ...si perchè è proprio quelli in cui crede la nostra amica, riuscire a far sognare ancora attraverso le pagine. Dopo aver abbandonato un lavoro stabile decide di aprire la sua libreria. (un pò come me) Quella libreria che ha tanto sognato ma la realtà molte volte uccide, però basta un'idea nuova come il #librosospeso per riportare la serenità! Un libro che passa di mano in mano senza conoscere chi l'abbia sospeso.

Una storia di rinascita, di vita e cambiamento. Che ci fa riflettere sulle difficoltà, sulle gioie della vita e sugli sforzi che ognuno fa per sopravvivere a questa, molte volte complicata. In questo libro la vita di Adele nata in altri tempi e Nina si confrontano e si affrontano a loro volta con problemi simili ma in epoche differenti. Due vite che si sovrappongono per la bellezza e la dolcezza che emanano.
Due storie che si confondono e si concludono in un finale dolce e sensibile. Una scrittura fluida quella di Cristina, semplice e scorrevole. Si focalizza sui personaggi principali lasciando scorrere attraverso loro i personaggi secondari. Un ambiente caldo e accogliente quello della Libreria.


Una storia di vita, libri e passioni.
Rinascere è sempre possibile. 
Credere nei propri sogni è una cosa fattibile!

Commenti