[Rubrica: Italian Writers Wanted #55] La sirena meccanica di Giada Bafanelli - Cronache della stirpe nascosta di Isabella Vinci - Riflessi in solitudine di Federica Voi - Gabbia di vetro di Elena Profumo - Quel che è di Cesare di Massimo Blasi e Laura Zadra


Buongiorno miei cari #FeniLettori, cinquantacinquesimo appuntamento con la rubrica "Italian Writers Wanted". Ogni giorno, riceviamo tantissime e-mail , molte di autori emergenti e non, in self o di piccole case ed. Abbiamo sempre dato il giusto spazio a tutti ma da oggi abbiamo deciso di creare una rubrica che racchiuda tutte le segnalazioni (di libri già usciti o che ancora dovranno uscire) che ci mandate. Di volta in volta, ogni settimana, presenteremo un massimo di cinque autori...sperando di farvi cosa gradita. Buona Lettura!
Pagine: 136 Prezzo: 0,99€
Editore: Self-Piblishing
Uscita: 3 Maggio 2016
Da quel che ricorda, Nym ha sempre vissuto nelle profondità del mare, metà ragazza e metà cyborg. Ma quando la sua memoria riaffiora, inizia a farsi delle domande. L’oceano è una distesa calma e blu che conosce alla perfezione, ma cosa c’è oltre?

Quando salva un marinaio dopo il naufragio di un’aeronave, il desiderio di vivere in superficie si fa di giorno in giorno più forte. Ma il mondo al di là delle onde è cupo e spietato, e non c’è spazio per chi è diverso.

Ispirato alla favola “La sirenetta” di Hans Christian Andersen, “La sirena meccanica” unisce sentimenti e avventura.
Giada Bafanelli ha ventotto anni e le sue più grandi passioni sono sempre state la musica e la narrativa, specialmente di genere fantasy. Oltre a “La sirena meccanica” ha pubblicato il racconto urban fantasy “Alone. Il solitario”, il romanzo fantasy ispirato alla mitologia norrena “La figlia della vendetta” e il romance contemporaneo “Un altro domani”.
Prezzo: 1,99€ Pagine: -
Editore: Lettere Animate
Uscita: 27 Aprile 2016
Le creature che per millenni hanno vissuto segretamente a fianco agli uomini sono ora in pericolo. Perseguitati da un antico nemico, solo Levythan, padre di tutti i mostri, può nasconderli e proteggerli. Per questo Lyse lo libera dopo mille anni di prigionia, non prevedendo la potente attrazione che si scatena tra loro. Nuovi nemici attendono la Stirpe Nascosta, ma anche nuovi alleati. Nathan, ex agente della CIA, accetterà di aiutare Fenny, la Fenice, contro un culto segreto a caccia del potere soprannaturale. E sebbene Nico, l'Unicorno, odi profondamente gli umani, si fiderà di lui per ritrovare Tsukiko, la veggente che lo ha salvato dall'oblio.

La Stirpe Nascosta vaga ora tra gli umani sotto mentite spoglie. Chi tra loro ha tradito i propri fratelli e chi invece li ha salvati? 
Isabella Vinci nata a Frascati, in provincia di Roma, il 05 Novembre 1988. Laureata in Terapia della Neuro e Psicomotricità dell'Età Evolutiva e in Psicologia e Salute, attualmente sta per conseguire la Laurea Magistrale di Neuroscienze Cognitive e Riabilitazione Psicologica. Lavora presso un centro di riabilitazione della Cooperativa OSA alla periferia di Roma. Appassionata lettrice dall'età di sette anni, ha iniziato la sua carriera di scrittrice con i diari segreti all'età di dieci. Ha una vera e propria ossessione per il fantasy, la fantascienza e i romance. Ha frequentato il laboratorio di scrittura creativa di Cinzia Tani. Ha partecipato con tre racconti alla pubblicazione delle seguenti antologie: Odio l'estate, Giulio Perrore Editore; L'attore e la cuoca ne Il girotondo napoletano, Homo Scrivens Editore; Inferno ne Adagio Malvagio, Edito da Noi Editore. Nel novembre 2015 ha vinto il concorso Narratopoli per la sezione Romance con il racconto Dieci passi verso te. Cronache della Stirpe Nascosta è il suo primo romanzo, pubblicato da Lettere Animate. 

Pagine: 31 Prezzo: 1,99€
Editore: Narcissus
Uscita: 12 Dicembre 2013
“Riflessi in solitudine” è un “viaggio” all’interno della propria personalità, del proprio “essere fino in fondo” attraverso cui scoprire piccole sfumature delle proprie emozioni. È la tristezza il tema dominante e con il quale si intraprende questo viaggio dove si lascia spazio anche al dolore che lacera l’animo, all’indifferenza verso se stessi, alla riflessione, vista sia come essenziale per poter vivere sia come artefice della sofferenza poiché è riflettendo che si viene a conoscenza dei propri pensieri, dunque della propria condizione di essere umano. È così che si conosce la propria sofferenza che arriva a tramutarsi in pianto, alla fine. Ed è il pianto una forma estrema della sofferenza stessa, un punto di non ritorno ma dal quale si può sempre ricominciare, grazie al quale si riesce a liberarsi di ciò che ci logora l’animo, da ciò che ci angoscia. Lungo questo cammino è possibile anche incontrare le illusioni e le speranze ostili entrambe, in fondo, all’essere umano. Ma se le illusioni rispecchiano ciò che non esiste, le speranze aiutano almeno a dare fiducia in ciò che verrà, inducono a porsi la domanda “E cosa accadrà domani?”.  Un viaggio, un cammino forte dove a tratti ci si sente anche smarriti, confusi, incapaci, addirittura fragili; un viaggio che termina con la pesantezza della solitudine, quella solitudine in cui non si riconosce niente di ciò che ci circonda: nessun volto, nessun suono. Smarriti, appunto.
Federica Voi nasce a Scicli nel 1989 ma vive a Floridia - un paese in provincia di Siracusa - dove ha studiato e conseguito la maturità scientifica. Timida, riservata e sensibile, da sempre nutre la passione per la lettura e la scrittura. Particolarmente importante è un episodio che risale alle scuole medie, quando l’insegnante diede un compito da svolgere: scrivere una poesia sul Natale. Da qui, infatti, Federica comincia a scrivere le sue prime poesie e ad approcciarsi anche al mondo della prosa, scrivendo qualche racconto breve. Nonostante le numerose poesie scritte, solo nel 2013 decide che è questo il momento giusto per pubblicare il suo primo libro “Riflessi in solitudine”, e lo fa con entusiasmo e passione.  Nelle sue poesie Federica cerca sempre di conoscersi per conoscere gli altri e tutto quello che la circonda, con l’intento di migliorarsi e, perché no, migliorare gli altri condividendo le proprie emozioni. Perché è importante ascoltarsi e ascoltare, per meglio comprendere. E lo fa con semplicità, scrivendo di emozioni dove tutti possono riconoscersi.  
Pagine: 98 Prezzo: 2,99€
Editore: Self-Publishing
Uscita: 19 Aprile 2016
Arielle, giovane donna in carriera, è all'inizio di una seconda vita, con un nuovo incarico al lavoro ed il trasferimento in una città straniera. Non sa ancora, che questa esperienza si rivelerà ricca di amare sorprese e colpi di scena. Trascinata suo malgrado in un vortice di sventure, che sembrano non finire mai, come farà a riprendere in mano il suo destino e fuggire dall'immaginaria gabbia di vetro in cui si sente intrappolata?
Elena Profumo ama tutto ciò che è bello, persone e cose. Crede che la bellezza renda migliore il mondo. Le piace essere spensierata, crede che ogni persona dovrebbe esserlo e che il 50% dei problemi del mondo siano reali, la restante parte siano creati dalle persone per poterli risolvere. Crede che la disciplina e l’impegno portino sempre a risultati positivi. La fortuna va cercata, non la si trova per caso. Non sopporta le persone manipolatrici, la cattiveria e l’invidia. Ama le persone dirette e semplici. Adora la scrittura che va dritta al punto, priva di inutili fronzoli e ridondanze. Per quelli che: “è essenziale sapere come ti chiami e quanti anni hai per potermi fare un’idea di chi sei”: Si chiama Elena. Nata il giorno di Ognissanti del 1986. Ha una laurea in Lingue e Letterature Straniere. E' una scrittrice in erba e self publisher. Ama scrivere e la cioccolata.
Pagine: 246 Prezzo: 12,99€
Editore: goWare
Uscita: 18 Maggio 2015
L’uomo più potente di Roma, Giulio Cesare, è stato assassinato. Per le vie dell’Urbe sconvolta dal timore di una nuova guerra civile viene avvistato il fantasma del defunto dittatore. Dietro di lui un’efferata catena di omicidi. Soltanto il razionalissimo imbalsamatore di cadaveri Lart non crede allo spettro e, affiancato dal suo vanesio schiavo Silvius, comincia a indagare per dissipare i fumi della superstizione. La ricerca della verità lo porterà tra attori e senatori, maghe e ciarlatani e metterà a rischio anche le persone a lui più care. Fino all’incredibile finale.
 Massimo Blasi, dottore di ricerca in Storia romana, ha ricevuto il “Premio Sapienza 2012” per il suo libro Strategie funerarie e ha pubblicato numerosi articoli sulla morte nella Roma antica. Vive a Parigi, dove lavora presso l’École Pratique des Hautes Études per dedicarsi a un tema, per una buona volta, non funerario. Laura Zadra, bibliotecaria presso il Dipartimento di Filologia classica dell’Università di Roma La Sapienza, è dottoressa in Letteratura anglo-americana. Esperta di letteratura gialla, è fra i soci fondatori della libreria romana “Suspense”, l’unica in Italia specializzata nel genere poliziesco, dove lavora attivamente.

Commenti

Posta un commento