29 giugno 2017

[Recensione] Infinito come il mare di di Lena Manta


Capita che in alcuni romanzi gli autori non scrivano solo una storia ma descrivano anche luoghi e mischino in essi qualche leggenda. 

In questo bellissimo romanzo non c’è solo un'insolita quanto bella storia ma anche il paesaggio, una Grecia da sogno mista al mito delle sirene.

Clelia, una ragazza bellissima, di 17 anni con capelli lunghissimi, neri e con occhi pieni di vita è il ritratto della sua bellissima e defunta madre. Lei appartiene alla famiglia più illustre di Corfù. La sua bellezza e la sua grande intelligenza, colpiscono il cuore del giovane e attraente Pavlos, che se ne innamora perdutamente ma Clelia in lui vede solo un amico, il fratello mai avuto.

Un giorno, durante la processione nella città, incontra lo sguardo di Nikiforos, avvocato giovane e brillante, trasferitosi da poco a Corfù; Pavlos parte per Parigi per dimenticare la donna che ama ma Clelia presto farà i conti con le sue scelte.

L'isola di Corfù è lo scenario di una storia d'amore e sofferenza, fuori da ogni prospettiva. Clelia vive la sua vita, come la protagonista del suo romanzo preferito L'Anadiomene.

Il suo cuore è diviso tra l' amore semplice e puro di Pavles che non ama solo la sua bellezza ma anche la sua anima e l'amore fatto di passione di Nikiforos, questo amore però è senza un vero futuro, mentre tutti l'osservano e lo capiscono, lei continua ad ignorarlo fino a quando il fato decide di presentarle il duro conto per la sua ingenuità, condannandola a un esilio doloroso scandito dai sensi di colpa.
Il fato però può essere anche benevolo e ad un certo punto decide di aiutarla ad uscire da quello stato dormiente e sofferente, in lei riaffiorano vecchi ricordi e sentimenti, proprio quando si era rassegnata accade qualcosa che le ridarà la speranza.

Ho trovato la storia davvero emozionante, ricca di sfumature, piena d'amore e di dolore, irreale quanto reale nei sentimenti, tutto ciò reso ancora più spettacolare dal bellissimo e immenso mare della Grecia.

La Sirena ha catturato la mia mente e il mio cuore tanto da non poter distogliere gli occhi dalla narrazione.



Nessun commento:

Posta un commento