[Rubrica:TeenReview#69] Recensione - Tredici di Jay Asher


Buonasera lettori.
Buon giovedì e buon "infrasettimana" (?).
Questa settimana ho letto un libro pubblicato all'incirca 10 anni fa ma che quest'anno è diventato famosissimo dopo l'uscita della serie tv ispirata ad esso.
Avete capito di che libro si tratta?
"Quando Clay Jensen ascolta il primo dei nastri che qualcuno ha lasciato per lui davanti alla porta di casa non può credere alle sue orecchie. La voce che gli sta parlando appartiene ad Hannah, la ragazza di cui è innamorato dalla prima liceo, la stessa che si è suicidata soltanto un paio di settimane prima. Clay è sconvolto, da un lato non vorrebbe avere nulla a che fare con quei nastri. Hannah è morta, e i suoi segreti dovrebbero essere sepolti con lei. Ma dall'altro, il desiderio di scoprire quale ruolo ha avuto lui nella vicenda è troppo forte. Per tutta la notte, quindi, guidato dalla voce della ragazza, Clay ripercorre gli episodi che hanno segnato la sua vita e determinato, in un drammatico effetto valanga, la scelta di privarsene. Tredici motivi, tredici storie che coinvolgono Clay e alcuni dei suoi compagni di scuola e che, una volta ascoltati, sconvolgeranno per sempre le loro esistenze."
Avevo adocchiato questo libro da prima che uscisse la serie tv in quanto ha una trama abbastanza interessante.
Il libro è strutturato in un tot. di capitoli corrispondenti ai lati delle cassette incise da Hannah.
Quindi ogni capitolo corrisponde a uno dei motivi perchè Hannah si è tolta la vita.

La trama è molto interessante e non ha deluso le mie aspettative, anche se alcuni capitoli li ho trovati un po' sbrigativi, poco approfonditi, così come alcuni personaggi.

I protagonisti, Hannah e Clay, sono, invece, strutturati meglio. Hannah credo possa essere considerata non solo una vittima, ma anche una carnefice.Precisamente la carnefice di se stessa. Hannah, infatti, nelle cassette incolpa più volte di altri di non averla aiutata, però lei è anche stata la prima a rifiutare l'aiuto degli altri quando gliel'hanno offerto.E' un personaggio abbastanza particolare.E' come se ad un certo punto si sia rassegnata e non abbia più continuato a lottare. Clay è un personaggio leggermente più difficile da inquadrare in quanto all'inizio del libro è un ragazzo molto calmo, considerato da tutti "l'essenza del bene". Durante il romanzo  traspaiono alcune sfaccettature del suo carattere del tutto nuove. In fondo, nessuno è perfetto giusto? Tutti hanno un lato un po' oscuro e nascosto.

Lo stile è semplice e scorrevole, perfetto per il pubblico adolescenziale a cui è indirizzato.
Le tematiche del romanzo sono ovviamente molto forti: suicidio, bullismo, violenze sessuali... insomma, elementi riconducibile quasi sempre ad un unico tema centrale: l'adolescenza.
Le cassette di Hannah non denunciano solo le persone che l'hanno spinta al suicidio, ma denunciano i problemi che ogni adolescente affronta ogni giorno: paura del rifiuto, ricerca dell'amore, insicurezza...
Una cosa che mi è piaciuta molto è stato quel tocco vintage donato al romanzo dall'inserimento della Mustang Coupe di uno dei personaggi e dall'uso delle cassette invece dei cd.
L'ho trovato molto originale.
Ovviamente, oltre al libro consiglio anche la serie tv che è stata fatta molto bene e tranne per alcuni personaggi e alcuni dettagli è molto fedele al libro.

Alla prossima recensione!

Commenti

  1. Ho amato la serie tv di cui aspetto la seconda serie, del libro ho letto recensioni discordanti ma magari prima o poi riuscirò a leggerlo per farmi una mia opinione! ^^

    RispondiElimina

Posta un commento