[Rubrica: TeenReview#24]Recensione: Rosso il sangue di Salla Simukka


Buona sera lettori e buon giovedì.
Non so da voi,ma da me fa freddissimo! 
Clima ideale per stare a casa a leggere no? 
Oggi vorrei parlarvi del libro che ho appena finito di leggere e che mi è piaciuto tantissimo!

"Lumikki Anderson non somiglia affatto a Biancaneve, la principessa delle fiabe di cui porta il nome: studia arte e ama rifugiarsi nei musei, è schiva e solitaria, e ha dovuto imparare troppo presto a difendersi dagli altri e dalla paura. E dai suoi ricordi. Una mattina, nella camera oscura della scuola, Lumikki trova decine di banconote insanguinate appese ad asciugare. L’aria è impregnata dell’odore di sangue rappreso, ma è inutile chiudersi la porta alle spalle. Il vortice di eventi che si susseguono nello spazio di sei giorni catapulta Lumikki in un gioco troppo pericoloso fatto di inseguimenti, omicidi, scambi di persona e rese dei conti fra trafficanti di droga. E, infine, la prova più dura: la misteriosa e leggendaria festa dell’Orso Polare. Qui tutti, colpevoli e innocenti, si nascondono dietro una maschera, fragile come cristalli di neve. La stessa neve che copre ogni traccia sulle strade di Tampere, morsa dall’inverno più gelido degli ultimi decenni."
Trilogia di Biancaneve:
1)Rosso il sangue (2014)
2)Bianca la neve (2015)
3) Musta kuin eebenpuu

Lumikki è una ragazza a primo impatto fredda,apatica e menefreghista. Inizialmente l'avevo paragonata al colore grigio.
Nel corso del libro ho scoperto interessanti sfaccettature del suo carattere.
Quando ho finito il libro e ho pensato al suo carattere mi è venuto in mente il colore rosso.
E' stupefacente in modo in cui l'autrice ha strutturato il carattere di questo personaggio:più vai a fondo e più scopri cose che a primo impatto non avresti mai immaginato.
Molte volte le persone che non saltano subito all'occhio e che sono più riservate sono quelle che hanno dentro di loro delle grandi storie da raccontare.

Ci sono molti riferimenti alle favole e mi è piaciuto molto l'aggiunta  del "C'era una volta" all'inizio di alcuni capitoli.

Lumikki è una 17enne, ma l'autrice molte volte ha scritto,riferendosi a lei, "C'era una volta una bambina" come se la protagonista non fosse ancora cresciuta.
Ho amato questo tocco di mistero,perchè susciterà nel lettore una forte inquietudine e curiosità.

Per quanto riguarda la copertina la trovo stupenda e sono felice che abbiano mantenuto quella originale. Un tocco molte particolare è dato dai bordi delle pagine,che sono rossi e richiamano il titolo.

Spero di riuscire a comprare al più presto il secondo libro della trilogia.
Spero mi appassioni come il primo.


C'era una volta una bambina che imparò ad avere paura.







Commenti

  1. Dalla trama già mi piace molto, ma leggendo la recensione ne ho la conferma che questo libro dovrà essere mio! *^* Adoro le favole modernizzate e questa non è da meno!

    RispondiElimina
  2. Un libro veramente da non perdere, la trama mi piace moltissime ovviamente la copertina e superba

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti! Tutte le copertine di questa trilogia sono bellissime.

      Elimina
    2. Infatti! Tutte le copertine di questa trilogia sono bellissime.

      Elimina

Posta un commento