31 ottobre 2015

[Rubrica: I suggest you a TV Series #1] Grey's Anatomy


Buona giornata cari Lettori! Oggi diamo inizio ad una nuova Rubrica a cadenza casuale che vedrà protagoniste le Serie Tv. In ogni puntata di questa rubrica vi consiglierò una serie tv, che ne dite iniziamo?

Partiamo dal presupposto che sono un'appassionata di serie tv, ne seguo molte (forse troppe) e posso considerarmi una "Series Addicted"! Sarei capace, se ne avessi il tempo, di guardare puntate su puntate ma non si può! 
Per questo primo appuntamento ho deciso di parlarvi di una delle serie che seguo da più tempo e che, nonostante alti e bassi, continuo a seguire regolarmente: Grey's Anatomy!


Grey's Anatomy è una serie prodotta dalla ABC, ha avuto inizio nell'ormai lontano 2005 partendo come Midseason ma riscuotendo in breve tempo così tanto successo da portarla poi a diventare una delle serie più longeve del panorama americano.
La serie è un Medical drama che vede protagonista la giovane tirocinante in chirurgia Meredith Grey al Seattle Grace Hospital. La storia segue principalmente le sue vicende ma contemporaneamente anche quelle dei numerosi altri personaggi che si muovono all'interno dell'Ospedale.

Siamo arrivati, dolorosamente e con numerose perdite aggiungerei io, alla 12° stagione iniziata a Settembre negli States. 
Ho iniziato a seguire Grey's a partire dalla quinta stagione e, dopo essermi appassionata alla storia, ho recuperato le precedenti; ovviamente seguo la programmazione americana perchè non ho la pazienza necessaria ad aspettare la messa in onda degli episodi in italiano!    

Ogni episodio è dedicato a casi diversi e solitamente si concentra su uno o più personaggi. Nel corso della serie ci sono stati vari episodi chiamati "Episodi Catastrofe" e questo dice già tutto sulla serie.
Nel corso degli anni il cast è stato rivoluzionato e molte cose sono cambiate, ma a me continua a piacere.

Tra i miei personaggi preferiti ci sono la protagonista Meredith, nonchè voce narrante di quasi tutti gli episodi, e ovviamente la cinica e apparentemente dura Dottoressa Christina Young. Il personaggio di Christina è uno dei più interessanti della serie e la sua amicizia con Meredith è davvero bellissima, l'amicizia che vorremmo tutti. Il loro rapporto è diventato uno dei simboli della serie, inclusa la frase che tutti quanti sicuramente avrete sentito...



La storia mi ha sempre ricordato vagamente E.R.,altra serie che mi piaceva da impazzire, anche se molto ma molto più romanzata. Amori, amicizie e tradimenti, casi molto interessanti e sempre nuovi, catastrofi naturali e vere tragedie sono gli ingredienti principali di questa serie, che con i colpi di scena inaspettati e le morti improvvise ha spezzato il cuore di migliaia di telespettatori, incluso il mio!

Se non avete mai visto un episodio di Grey's dategli un'opportunità, specialmente se vi piacciono le storie drammatiche ambientate in ambiente ospedaliero ma con la giusta combinazione di casi medici, storie d'amore e ironia! Al prossimo appuntamento con I suggest you a TV Series!


Il motto di ogni Series Addicted xD


30 ottobre 2015

[Anteprima Fabbri] Il potere della lista di Roxanne St. Claire

A metà strada tra Pretty Little Liars e Scream, Il potere della Lista è un romanzo che spiazza, sorprende e ha già sconvolto migliaia di lettori. Stai in guardia: il prossimo potresti essere tu.
Hai pregato per finire sulla Lista. Ora vorresti non averne mai sentito parlare…


Pagine: 339 Prezzo: € 16,00
Editore: Fabbri
Data di uscita: 12 Novembre 2015
Da trent’anni, ogni anno, gli studenti della Vienna High aspettano un evento con grande trepidazione: la pubblicazione della Lista, la classifica delle ragazze più belle e popolari della scuola. Tra le dieci elette, questa volta compare anche il nome di Kenzie Summerall e lei stessa è la prima a stupirsi. Kenzie è tutto il contrario della ragazza cool: non viene invitata alle feste esclusive, non ha mai avuto un fidanzato e la sua unica passione è il latino. Tutti i compagni di scuola, poi, la ricordano soprattutto per un evento drammatico: la morte di suo fratello Conner, vittima di un tragico quanto inaspettato incidente di cui lei si sente responsabile. La Lista, però, ribalta completamente la vita di Kenzie, che comincia a riceve le attenzioni dei ragazzi , e in particolare quelle di Josh, di cui è innamorata dai tempi delle medie e che non l’ha mai filata,e strani messaggi in latino che sembrano avvertirla di un pericolo imminente. Ma la faccenda si fa davvero inquietante quando le ragazze della Lista iniziano a morire in circostanze sospette…In un crescendo di colpi di scena ed enigmi da decifrare, Kenzie si ritrova ad affrontare situazioni in bilico tra la vita e la morte, fino a scoprire una verità inaspettata che affonda le radici in un passato lontano.
Roxanne St. Claireè autrice di oltre trenta romanzi rosa e thriller per adulti e ragazzi. Ha vissuto a Pittsburgh, Los Angeles, Boston e Miami, e adesso abita su un’isola lungo la costa della Florida con il marito, i due figli e i loro cani. Quando non scrive, viaggia, si occupa di giardinaggio o naviga su Internet. Le sue parole d’ordine sono: ama, lavora e divertiti.

[Recensione] *Spin-Off* I Cieli di Tabula - Il mio Primo Samhain di Chiara Andreazza e Valentina Furnò


Buongiorno miei cari...
Ieri sera ho preso un e-book che ha stuzzicato la mia attenzione, in tema prettamente Halloweeniano...

In particolare parliamo dello spin off di I Cieli di Tabula libro scritto da Chiara Andreazza e Valentina Furnò. Mi è stato comunicato dalla stessa Casa Ed. che ci sarebbe stata questa occasione e naturalmente non me la sono fatta scappare mettendo al corrente anche voi che dal 28 fino al 1 Novembre è *GRATIS* sul canale Amazon!

Il libricino conta poche pagine quindi può essere letto in pochissimo tempo con una bella barretta al cioccolato al sapore di Caramel - Brownie.

La scrittura è fluida, le pagine scorrono leggere come foglie portate via dal vento; la storia è una piccola introduzione del romanzo che verrà per chi non l'ha ancora letto o un piacevole intramezzo per chi ha già letto il libro. L'accostamento dello stile mi è piaciuto moltissimo, il testo risulta compatto e incisivo.

La differenza sottolineata che la notte del 31 Ottobre non è Halloween ma una festa ben più importante per il rito pagano che festeggia il Capodanno Celtico, Samhain, mi è piaciuto tantissimo e non vi nego che ho trovo molto affascinante questo argomento (da sempre).


La protagonista è Amelia che parteciperà al suo primo Samhain, intrecciandosi con la storia di I cieli di Tabula attraverso un velo sottilissimo che potrete scoprire solo leggendo. Ho adorato tutti ma soprattutto le due protagoniste Amelia esuberante e rabbiosa,  Kendra dolce e gentile. L'una l'appoggio dell'altra, l'una il pezzo mancante dell'altra.

Un racconto affascinante e magico, uno spaccato da leggere in questa notte che arriverà e che donerà milioni di brividi e stelle...

"Il mio miglior Samhain di sempre. Lo sai che questa festa vuol dire morte e rinascita, vero?"

[Anteprima Rizzoli] La ragazza più fortunata del mondo di Jessica Knoll

Un esordio che ha conquistato l’America e ha scalato la classifica del “New York Times”, vendendo più di 100.000 copie nel primo mese. 


Un romanzo che trascina senza scampo e che lascia il lettore con il dubbio che la propria identità sia solo un sofisticato artificio della mente.


Pagine: 334 Prezzo: € 19,00
Editore: Rizzoli
Data di uscita: 5 Novembre 2015
Quando era una ragazzina e frequentava la prestigiosa Bradley School, Ani FaNelli ha subìto davanti a tutta la scuola un’umiliazione scioccante che l’ha sconvolta al punto da spingerla a reinventare se stessa. Oggi, con un lavoro appagante, un guardaroba raffinato e un futuro marito di ottima famiglia, è a un passo dalla vita perfetta che si è impegnata tanto duramente a raggiungere. Ma Ani ha un segreto. Nel suo passato c’è qualcosa di nascosto che continua a perseguitarla, un’esperienza intima e dolorosa che rischia di tornare a galla e rovinare tutto. 
Con una voce originale e attraverso colpi di scena del tutto inaspettati, La ragazza più fortunata del mondo mette in luce la spirale tumultuosa che si nasconde dietro l’immagine di una donna realizzata. Al centro di tutto una protagonista dal profilo tagliente, con un’ambizione sfrenata che cerca di seppellire una verità scandalosa, ma che ha un cuore molto più grande di quello che continua a mostrare. Una domanda resta sospesa: rompere il silenzio distruggerà tutto ciò per cui Ani ha combattuto o, finalmente, potrà essere libera? 
Jessica Knoll è un editor di “Cosmopolitan” e lavora anche per “self”. Cresciuta nella periferia di Philadelphia, ha studiato alla Shipley School di Bryn Mawr, in Pennsylvania, per poi laurearsi all’Hobart e al William Smith College di Geneva, New York. Vive a New York con il marito. La ragazza più fortunata del mondo è il suo primo romanzo.

[Meeting Books] Book City Milano - Incontro con Julie Kagawa


Buon Venerdì miei cari #FeniLettori, da pochi giorni si è concluso l'evento Book City Milano e naturalmente io (noi) non potevamo mancare a questo avvenimento letterario. La città di Milano era caotica e c'era più di un evento ad affollare le strade: Expo, BookCity e MTV Music era quasi impossibile girare ma con tanta verve sono riuscita, in poco tempo, a raggiungere il Castello Sforzesco (meraviglioso) dove si svolgeva l'evento al quale eravamo invitate. Il primo, di cui vi parlerò oggi e vi mostrerò le foto è l'incontro con l'autrice Julie Kagawa autrice di Talon (per capire di che libro si tratta vi rimando alla recensione)...

29 ottobre 2015

[Segnalazioni Il Ciliegio] Bruno un cucciolo da salvare di Giuseppe Carfagno - Il volto segreto di Gaia.Ritorno al mondo azzurro di M.Lidia Petrulli - La leggenda della Giubiana di Chiara Civati

Pagine:176 Prezzo: 14,00€
Editore: Il Ciliegio
Uscita: 15 Ottobre 2015
L’ultimo libro pubblicato con le Edizioni Il Ciliegio di Giuseppe Carfagno si intitolava Titina storia di un cane Nobile, e raccontava con garbo e originalità il rapporto di profondo affetto che univa il Generale Umberto Nobile con la sua cagnolina Titina. Ora, l’autore, va nelle librerie con un altro libro intitolato Bruno un cucciolo da salvare che mette al centro la natura e i suoi abitanti e lo fa come aveva fatto con Titina, partendo da una storia vera e umanizzando, un po’ alla Walt Disney, i protagonisti del suo libro.

Bruno è un cucciolo d’orso e questa storia, simile a una favola, trae spunto da un fatto realmente accaduto. Narra di una simpatica famiglia di orsi del Parco Naturale Adamello Brenta e della nascita, delle avventure e degli amori di Bruno, di Jay e dei loro amici, umani e animali. Parla delle lotte contro i lupi, i cinghiali, le aquile, i cacciatori di frodo. E della scoperta del miele, delle torte alle mele e dei mirtilli neri, della cattura dei pesci e di tante altre cose ancora. Quando Bruno decide di partire alla ricerca della tana del sole, come già aveva fatto suo fratello Jay, arriva in Baviera, dove gli orsi non sono protetti. Finisce così con l’essere braccato dai cacciatori. Una storia piena di emozioni e di colpi di scena, piacevoli e sorprendenti, raccontata con uno stile narrativo semplice e divertente, adatto agli adulti e ai bambini.
Giuseppe Carfagno, nato a Sant’Angelo dei Lombardi, vive a Milano dove ha insegnato lettere nell’I.C. Italo Calvino. È autore di numerose pubblicazioni per ragazzi. Tiene dei corsi di scrittura creativa presso biblioteche e l’Università Humaniter. È un grande appassionato di storia, che racconta con entusiasmo e competenza. Si documenta infatti su libri, internet, visitando i posti di cui tratta o intervistando le persone coinvolte. Le sue ultime pubblicazioni sono: Il falconiere di Federico II (Edisco, 2010); Il ritratto perduto (Mursia scuola, 2009) e Titina, storia di un cane Nobile (Il Ciliegio, 2013).
Pagine: 336 Prezzo: 18,00€
Editore: Il Ciliegio
Uscita: 15 Ottobre 2015
Maria Lidia Petrulli è di nuovo nelle librerie con l’atto finale di IL VOLTO SEGRETO DI GAIA ovvero Ritorno al mondo azzurro. Si giunge così al capito finale di una trilogia fantasy entusiasmante. Il libro, edito da Il Ciliegio, non è solo una promessa è un certezza per gli appassionati, anche perché la sua autrice è diventata ormai un’esperta della narrativa di genere.

Adria insieme a Eliocron si trova ad affrontare l’ultima parte di un viaggio che porterà grandi eventi sul pianeta Gaia. Il misterioso Eliocron, prima di separarsi per sempre dal tenente Mc Shillings, le lascerà un grande dono: tre piccole sfere azzurrine che porteranno un messaggio di speranza per il futuro. Adria riuscirà a ricongiungersi con il suo grande amore e gli amici ybridis che hanno saputo ridarle la gioia di vivere?


Nuovi amori, ma anche dolorose separazioni, si succederanno nel capitolo finale di una trilogia sempre più avvincente ed emozionante.
Maria Lidia Petrulli è nata a Roma l’8 aprile 1957. Si è laureata in medicina chirurgia presso l’Università di Cagliari, dove si è anche specializzata in psichiatria. A Roma, invece, ha conseguito il diploma in psicoterapia autogena e arte-terapia. Appassionata di storia e mitologia celtica e medioevale, la sua ricerca negli ultimi anni si è svolta in questi ambiti. Ha pubblicato: Viaggio ad Avalon, 2002; Fara E Il Suo Cappello, 2009; La Realtà e il suo Enigma, 2009; Il Buio Oltre Lo Specchio, 2010. Nel 2013 è arrivata tra i primi dieci finalisti del Premio Nazionale “Linguaggi neokulturali” con Le Chiavi del tempo. Con Il Ciliegio ha pubblicato Emilie Sanslieu e la trilogia fantasy-science fiction: Il volto segreto di Gaia. La cerca, Il volto segreto di Gaia. L’Equilibrio e la Luce e, da ultimo, Il volto segreto di Gaia. Ritorno al mondo azzurro.
Pagine: 36 Prezzo: 13,50€
Editore: Il Ciliegio
Uscita: 15 ottobre 2015
È uscito, nella collana Le mie prime letture, pubblicato dalle Edizioni Il Ciliegio, una nuova versione, che racconta appunto La leggenda della Giubiana. A scriverla e a illustrarla ci ha pensato Chiara Civati che è un’autrice e un’illustratrice di libri per l’infanzia. 

Un agile libricino che, attraverso l’intreccio di un testo scorrevolissimo con dei giochi finali ammantati di colore e divertimento, rispolvera il ricordo di storie
passate ed esorcizza la paura dell’ignoto e delle creature misteriose, evidenziando come la furbizia e il coraggio possano aiutare a sconfiggere anche il male più oscuro. Nei boschi dell’Italia settentrionale, viveva una strega chiamata Giubiana. Cattiva a più non posso e sempre pronta a proiettare i suoi scherzi contro chiunque incrociasse lungo il cammino, si nutriva di bambini. Fino a quando, un giorno di gennaio, mentre era alla ricerca di cibo, si ritrovò davanti alla finestra di una casetta. Qui, in una stanza illuminata, stavano una mamma e il suo bambino. La strega, felicissima per quella visione, pregustava con ansia il momento in cui avrebbe agguantato il piccolo. Ma la sua si rivelò una vana speranza. La mamma, infatti, era assai astuta e avendo visto la Giubiana dalla finestra, per riuscire a
sconfiggerla pensò di attirarla in un tranello. Dopo aver portato il figlio “nella stanza accanto”, cominciò a cucinare un buonissimo risotto con la salsiccia, sicura che la strega ne sarebbe stata attratta. E così fu. La Giubiana, affamata, prese a mangiarlo e quanto più mangiava tanto più diventava incapace di fermarsi. Era così presa da quella pietanza che dimenticò l’avvento dell’alba e quando i primi raggi di sole apparirono all’orizzonte, scomparve, uccisa dalla luce. Ancora oggi, in alcuni borghi, si festeggia la sua sconfitta, bruciando un fantoccio che ne ha le sembianze e mangiando il risotto che l’ha vinta, come auspicio di prosperità e serenità per il nuovo anno.
Chiara Civati vive e lavora a Montorfano, in provincia di Como. Per la Brianza, regione che unisce appunto le provincie di Como, Lecco e Monza, la festa delle Giubiana è un’antica tradizione contadina ancora viva e celebrata. Sono tante le storie che ammantano di mistero la vicenda di questa strega e del perché, in suo onore, si cucina il risotto con la luganega, la Civati non si scosta dalla tradizione popolare pur riuscendo a essere originale.

[Segnalazione Emma Books] Caponatina della nonna di Modica di Livia Pasquale


Buongiorno cari #FeniLettori! Il cibo nei libri.... chi non ha trovato Biscotti, Frittelle e Cupcake nei libri? Credo un pò tutti voi avete scovato o letto qualche libro che toccasse il tema cibo anche solo per la copertina, il titolo o la trama in sè. Ebbene da oggi ci sarà la nostra #foodispirationinthebooks ! Non so che cadenza avrà ma vi assicuro che ci divertiremo un mondo a farla. Oggi parliamo di un libro particolare che ha attirato la mia attenzione, la Caponatina della nonna di Modica di Livia Pasquale: la ricetta della riconciliazione.  
Ingredienti:
  • 1 quadernetto giallo
  • 2 ricordi: una madre che scrive e un buffet;
  • 1 lista da eseguire con cura
  • 1 coltre di nubi su un giardino vivace
  • 1 manciata di odori di Sicilia
  • 1 grande compositore tedesco


Preparazione:
Cercare di raddrizzare il passato tramite una ricetta si può? Clara ci ha provato. Non le è riuscito del tutto, forse perché mancava un ingrediente importante. O forse perché in fondo le ricette non sono mai riproducibili: raramente, infatti, riescono a indurre le stesse sensazioni della prima volta. Qualche cosa intorno a esse di certo è cambiata: l’ambiente, le persone, la cuoca. Ma confrontarsi con una ricetta del passato vuol dire anche saperlo ripercorrere, dai ricordi più lontani a quelli più vicini, e riconciliarsi con esso.

Rimedio:
È la ricetta per raddrizzare ciò che nel passato è andato storto. Se il risultato ottenuto è a sorpresa, poco importa, purché serva a riconciliarci con i ricordi e a farci avvicinare sempre di più alle persone con cui viviamo. Per questo ogni ricetta è una sfida, sta a noi decidere se accettarla oppure no.

Livia Pasquale figlia di madre tedesca e padre italiano, ha vissuto sin da piccola tra le due culture. Laureata in germanistica, ha insegnato il tedesco al liceo. Ha scritto e pubblicato racconti su diverse riviste italiane e tedesche. Collabora alla radio bavarese. Si è trasferita in Baviera insieme al marito ingegnere e impiegato presso una grande impresa tedesca. Ha due figli e un cane.


28 ottobre 2015

[Recensione in Anteprima] Un passero per capello di Monika Filipina


Età di lettura: 4 anni in su
Buonasera miei cari eterni Peter Pan, sono qui a raccontarvi una nuova storia. Si, adoro le piccole storie, meglio vivere nei sogni che in questa cruda realtà di un mondo di pazzi! Ringrazio come sempre la Casa ed. CameloZampa che fa libri per i più piccoli e con la quale collaboro ormai da anni, gentili disponibili ed educati. Grazie di vero cuore per il lavoro attento e scrupoloso che svolgete.  

Oggi parliamo di un libro stupendo, adatto per i vostri cuccioli e da leggere ogni qual volta ci si sente soli. Un' amica a volte può cambiare la vita ed è questo il caso della protagonista. Sofia è una bambina che trascorre molto tempo da sola, durante tutta la giornata, un giorno però si alza con una miriade di uccellini fra i capelli che le confondono le idee e la disturbano non facendole fare più nulla.

Stremata da questi uccellini birichini cerca una via di fuga e va così a fare una passeggiata, ma si sa , il diverso viene visto sempre con scherno e preso in giro, e così sarà anche per la povera Sofia ...fin quando non incontrerà una nuova amica che è nella sua stessa situazione e via di parole, giochi e chiacchiere...l'amicizia vince su tutto!!


Il libro è molto grande, perfetto per i bambini più piccoli, si legge in pochissimo e di facile comprensione. Tutto gira intorno ai grandi disegni che sono spettacolari, con colori intensi e dolci nei quali ti perdi a osservare i piccoli particolari che li contraddistinguono. L'illustratrice e autrice polacca Monika Filipina è davvero una bravissima disegnatrice, con i suoi colori riesce a catturare ogni angolo del foglio e trasformarlo in pura magia per gli occhi.

La metafora che vuole trasmettere è forte e incisiva, un piccolo libro per la solitudine. U'amicizia vera che può salvare la vita.

Quando si è soli, è facile avere pensieri brutti e tristi, che mettono casa nella nostra testa, fanno un sacco di rumore e non se ne vogliono andare. Come fare a scacciarli? C'è un solo rimedio conosciuto: trovare un amico!

[Anteprima Tea] Comfort food di Jamie Oliver


Buongiorno cari #FeniLettori! Il cibo nei libri.... chi non ha trovato Biscotti, Frittelle e Cupcake nei libri? Credo un pò tutti voi avete scovato o letto qualche libro che toccasse il tema cibo anche solo per la copertina, il titolo o la trama in sè. Ebbene da oggi ci sarà la nostra #foodispirationinthebooks ! Non so che cadenza avrà ma vi assicuro che ci divertiremo un mondo a farla. Oggi parliamo di un libro particolare che ha attirato la mia attenzione. In occasione dell’uscita di Comfort food, il nuovo libro di Jamie Oliver - uno degli chef più conosciuti, apprezzati e letti al mondo -, TEA e Jamie Magazine lanciano il contest #ComfortFoodITA.

L’intento è condividere e diffondere il concetto che ispira il libro: quello della felicità in tavola.

Come spiega Jamie Oliver nell’introduzione:

«Quando mangiate ciò che vi scalda il cuore vi sentite protetti, soddisfatti, emozionati, amati e… perché no inebriati! È lo stesso effetto che vi fa un lungo abbraccio affettuoso, o un attacco di solletico che vi lascia senza fiato. Questi piatti evocano le stagioni, i ricordi d’infanzia, ciò che mangiavate a scuola, le gite con i nonni, il vostro primo cibo take-away, il primo appuntamento.»

Con il contest #ComfortFoodITA, TEA e Jamie Magazine invitano tutti a cucinare e fotografare il proprio piatto della felicità e a postarlo su Instagram con l’hashtag #ComfortFoodITA entro la mezzanotte del 3 novembre 2015.

Le 5 foto più belle saranno pubblicate su ilLibraio.it e sul numero di dicembre di Jamie Magazine, edizione italiana della rivista ufficiale di Jamie Oliver.

La rete si è già mobilitata, grazie ai foodblogger sensibili al tema della cucina come viaggio emozionale.
Sono partner ufficiali di #ComfortFoodITA: Andante con gusto, Con le mani in pasta, Fitu Faetu, L'ennesimo blog di cucina, Simona's Kitchen.
Questi foodblogger stanno già fotografando, postando, twittando e condividendo la loro ricetta della felicità.

Che si tratti di un piatto della nostalgia o del buonumore, di un piacere proibito o di una coccola, condividiamo subito il nostro piatto della felicità!
Pagine: 408 - Prezzo: 34,00 €
In libreria: 29 ottobre 2015
Ricette uniche e speciali, per prendersi cura di se stessi e dei propri cari


Il concetto di comfort food è molto ampio e soggettivo, eppure ciascuno lo può fare proprio. Chi di noi, infatti, non ha un piatto particolarmente amato, che cerchiamo quando siamo un po’ giù o che desideriamo come una coccola o un piacere proibito?
Che sia un piatto dell’infanzia, una ricetta di famiglia, il ricordo di un viaggio o di un’emozione, ci scalda il cuore e ci fa sentire protetti e felici.

Questo libro presenta 100 ricette uniche e speciali: non solo alcuni dei piatti più amati di Jamie, ma anche alcune imperdibili novità ispirate dalle cucine nazionali di tutto il mondo.

Con suggerimenti per ogni occasione: dal fine settimana alle vacanze, dalle feste alle ricorrenze speciali.

Le 100 ricette di questo libro sono suddivise in cinque sezioni: Nostalgia, I piatti del buonumore, Tiriamoci su, Riti in cucina, Peccati di gola, Dolci tentazioni.

Jamie Oliver è uno dei personaggi televisivi più amati del mondo e uno degli inglesi più famosi a livello internazionale. Un successo che deriva innanzitutto dalle serie televisive trasmesse in Inghilterra da BBC e Channel 4: Il cuoco nudo, In cucina con Jamie, Jamie Ministry of Food, Menu in 15 minuti, I miei menu da 30 minuti, In giro per l’Italia, Ricette a cinque euro e molte altre ancora. I suoi programmi sono stati trasmessi in oltre 200 Paesi, compresi Stati Uniti, Sud Africa, Australia, Giappone, Islanda e Italia, dove vanno in onda su laeffe.


[Speciale Halloween] True Halloween di AA.VV.


Pagine: 108 Prezzo: 1,49€
Editore: Nero Press
Uscita: 27 ottobre 2015
Da sempre Halloween viene considerata una festa importata dall'America. Ma non è così, essa deriva infatti da Samhain,festività pagana di origine europea. Ma quante cose non sappiamo di Halloween oppure crediamo di conoscere? In questa raccolta horror, dieci autori affrontano questo tema svelandoci peculiarità della "notte delle streghe" che non mancheranno di stupire, chi scavando nella storia e in antichi folklori, chi scomodando tecnologia e psicanalisi, e chi, più semplicemente, varcando il limite tra realtà e fantasia.

Maurizio Mos ha pubblicato su “365” libro no profit per la ricerca su malattie infantili il racconto brevissimo Una bella invenzione; è stato finalista al concorso “Giallo italiano” di Three Crown (London) e vincitore del premio speciale della giuria al 35°concorso letterario Santa Margherita Ligure.

Francesco Calè è nato a Bari nel 1973 e vive a Valenzano (Ba). Laureato in Filosofia con una tesi in Antropologia Culturale. A partire dal 2014 si cimenta con la scrittura creativa, partecipando a diversi contest letterari e aprendo un proprio blog: http://francescocale.wordpress.com.

Vincenzo Barone Lumaga è nato il 4 luglio 1978 e vive a Napoli. Svolge la professione di avvocato specializzato in diritto e procedura penale, nel tempo libero che gli lasciano le sue grandi passioni: la musica e la narrativa fantastica.

Gianluca Ingaramo, nato in provincia di Torino nel 1971, è laureato in Scienze Politiche e lavora come istruttore nel settore cultura di un ente locale. Attratto dalla scrittura fin dal periodo universitario, ora coniuga questa passione con gli impegni lavorativi.

Angelo Marenzana è un autore alessandrino con una ricca produzione di racconti pubblicati su Il Giallo Mondadori, Urania, Cronaca Vera, Stop, Crimen, I Quaderni del Falcone Maltese e su alcune antologie personali Frontiere (Edizioni Mobydick), Bel suol d’amore (Edizioni dell’Orso), La Casa di Hilde (Cordero Editore).

Giuliano Conconi nasce a Busto Arsizio, città dove risiede, il 21 aprile 1980. Avvocato e docente di diritto ed economia. La sua passione principale, dopo la fidanzata Silvia, è la scrittura.

Armando Rotondi insegna all'Università di Napoli “L’Orientale” e a quella di Verona. È traduttore, saggista e autore di cinque volumi di studio.

Marco Roncaccia lavora nel sociale a Roma dai primi anni '90 come Educatore Professionale. Non può che scrivere Horror.

Daniele Picciuti è romano, classe 1974, vincitore e finalista a numerosi concorsi letterari, ha all'attivo molte pubblicazioni in antologie multiautore.

Flavia Imperi, orientalista, artista e creatrice di storie, è nata a Roma nel 1983. Vive nei Castelli Romani, dove collabora con diverse associazioni culturali.


[Anteprima Rizzoli] Innamorarsi sotto la neve di John Green, Maureen Johnson & Lauren Myracle

Tre storie d'amore diverse ma legate tra di loro, accomunate dall'ambientazione Natalizia.


Prezzo: € 16,50
Editore: Rizzoli
Uscita: 12 Novembre 2015
È la Vigilia di Natale a Gracetown. Scende la neve, i regali sono già sotto l’albero e le luci brillano per le strade. Sembra tutto pronto per la festa, ma una tormenta arriva a sparigliare le carte. Così si può rimanere bloccati su un treno in mezzo al nulla e vagare per la città fino a incontrare un intrigante sconosciuto.Oppure prendere la macchina per raggiungere una festa che promette di essere memorabile, per scoprire che l’amore è più vicino di quanto pensassimo. O ancora ritrovare qualcuno che si credeva perduto, ma solo dopo una giornata piena di imprevisti e di…maiali.

Grazie a John Green, Maureen Johnson e Lauren Myracle, affermati autori Young Adult,la magia delle vacanze splende su questi tre racconti d’amore,che s’intrecciano tra loro mettendo in scena baci appassionati e avventure esilaranti.
John Green è nato nel 1977. È cresciuto in Florida e in Alabama, dove ha frequentato una scuola non molto diversa da Culver Creek.Cercando Alaska, suo romanzo d’esordio, presto diventerà un film. Ha scritto Teorema Catherine,Città di carta e il bestseller Colpa delle stelle, da cui è stata tratta una versione cinematografica.

Maureen Johnson  è nata nel 1973 a Philadelphia e vive a New York. È un’autrice Young Adult di successo, molto attiva su twitter.  

Lauren Myracle vive con la sua famiglia a Fort Collins, Colorado. È autrice di numerosi libri per ragazzi, tra cui la fortunata serie Internet Girls, e vincitrice dell’Amelia Elizabeth Walden Award, prestigioso premio per la narrativa young adult.

27 ottobre 2015

[Rubrica:TeenReview#25]Recensione:Die for Me di Amy Plum


Buonasera lettori! Buon mercoledì e buon centro settimana!
Domani partirò per Milano quindi per un pò non potrò pubblicare recensioni.
Se riuscirò vi terrò aggiornati sul nostro profilo instagram.
Prima della mia partenza,ho pensato di lasciarvi la recensione di un libro che ho appena finito.

"Quando i genitori di Kate e Georgia muoiono in un incidente stradale, la vita delle due sorelle viene stravolta e le ragazze sono costrette a trasferirsi a Parigi dai nonni. L’unico modo che ha Kate per soffocare il dolore è rifugiarsi tra le pagine dei libri che ama di più. Fin quando non incontra Vincent.
Bello, misterioso e affascinante, Vincent scioglie a poco a poco il ghiaccio attorno al cuore di Kate che si innamora perdutamente di lui. Ma Vincent non è un ragazzo come gli altri: è un Revenant, un vero e proprio angelo custode, destinato a sacrificare la propria vita per salvare le anime in pericolo, e a risvegliarsi tre giorni dopo la morte, in un circolo senza fine.
Kate si ritrova quindi davanti a una scelta difficilissima: proteggere ciò che rimane della sua esistenza e della sua famiglia... oppure rischiare tutto per un amore impossibile?"

Serie Revenants:
1.Die for me
2.Until I Die
2.5.Die for Her(Novella)
3.If I should  Die
3.5.Die Once More(Novella)

Questo libro ha superato le mie aspettative.
Mi immaginavo la solita storia tipica degli Urban Fantasy dove: la protagonista si innamora del ragazzo misterioso . Il ragazzo si innamora di lei.Lui non è umano. Il loro amore è impossibile.
Di libri così ce ne sono tantissimi.
Ma questo ha qualcosa di speciale.
La differenza della natura dei due protagonisti è ,ovviamente,sottolineata.
Al tempo stesso,però,non ti mette addosso quell'angoscia e quell'ansia che di solito trasmettono questi libri.
Quante volte abbiamo sclerato perchè i protagonisti degli Urban Fantasy facevano tira e molla?
Alcuni di quei libri fanno invidia a Beautiful.
Invece,in Die for Me non c'è quell'ansia che i protagonisti si lascino.
Certo,ovviamente non è tutto rose e fiori e qualche piccola lite c'è.
Ma,sinceramente,ho letto di peggio.

Il personaggio di Vincent mi è piaciuto molto,anche se alcune volte è troppo sdolcinato per i miei gusti.
Un  personaggio che invece mi ha lasciata interdetta è stato quello di Jules,amico e famiglio di Vincent.
All'inizio del libro è scontroso e freddo,successivamente diventa gentile e ci prova persino con Kate! In più,quasi verso metà libro,sembra avere una doppia personalità:inizia a parlare da solo.
Spero che l'autrice approfondisca questo aspetto del suo carattere e non lo lasci "appeso":


L'unica cosa che non mi è veramente piaciuta è che fosse tutto troppo perfetto.
Kate ha 16 anni ma:può uscire quando vuole,dormire dove vuole,FARE QUELLO CHE VUOLE.
Ho capito che ha subito una grande perdita,ma mica le è permesso fare tutto?
Se fosse andata a rapinare una banca i nonni che avrebbero detto?
"Povera Kate,non fa niente che hai derubato una banca.Hai subito una grande perdita.Fai quello che vuoi."

Il libro nel contesto però mi è piaciuto. L'autrice ha saputo ricreare l'atmosfera di Parigi in modo stupefacente e ha saputo adattare una storia turbolenta fra le sue strade e i suoi cafè.
Consiglio assolutamente questo libro,sopratutto d'inverno.


"Ma qualunque fosse la ragione,quel ragazzo mi piaceva davvero. E volevo rivederlo. Notte,giorno, non m'importava. Io ci sarei andata."






[Recensione] Quando all'alba saremo vicini di Kristin Harmel


Buonasera cari Lettori! Ho appena finito di leggere il nuovo romanzo di Kristin Harmel e voglio parlarvene subito...

Quando all'alba saremo vicini racconta una storia di seconde occasioni.
Kate ha quarant'anni, è una musicoterapeuta e sta per sposarsi con il fidanzato Dan. Questa è la sua seconda occasione perchè il primo marito di Kate, Patrick, è morto in un incidente stradale dopo solo due anni dal loro matrimonio. Nonostante siano passati ben 12 anni da quel terribile momento, Kate continua a ricordare Patrick, l'amore che provava e la vita che avrebbe potuto avere con lui.
In concomitanza con la proposta di matrimonio di Dan, Kate inizia a fare dei sogni vividissimi, come non ne ha mai fatti, riguardanti Patrick; in quei sogni Kate si ritrova a vivere la vita che avrebbe potuto avere se Patrick non fosse morto e insieme a Patrick conosce una bambina, Hannah, sua figlia. Insieme a quella vita che sembra tutta un sogno, Kate inizia a notare anche nella vita reale particolari che non dovrebbe conoscere, particolari che ha sognato e che si rivelano essere corretti. Attraverso un percorso che la porterà in bilico tra la vita che sta vivendo e quella che sarebbe potuta essere, Kate dovrà trovare il suo equilibrio per poter ricominciare davvero a vivere...

Avevo già letto il primo libro pubblicato in Italia della Harmel, Finchè le stelle saranno in cielo, e mi ero innamorata della storia e della prosa. Con questo romanzo è successa praticamente la stessa cosa!



Stavolta non abbiamo a che fare con storie che ci narrano gli orrori della seconda guerra mondiale, ma allo stesso tempo questa è una storia che ha le sue radici nel passato, un passato molto più recente ma comunque doloroso.
Kate ha subito una perdita terribile, ha perso Patrick, l'amore della sua vita e insieme a lui ha perso tutto: l'equilibrio, la gioia di vivere, la voglia di scoprire quello che ha in serbo per lei il futuro. Neanche 12 anni sono bastati a lasciarsi alle spalle il dolore che è sempre lì pronto a divorarla.

La vita di Kate sembra aver trovato un nuovo equilibrio con l'arrivo di Dan e la decisione di sposarlo, ma i sogni improvvisi che le ricordano la vita che avrebbe potuto vivere sconvolgono di nuovo la sua esistenza. In quei sogni sembra che Patrick voglia comunicarle qualcosa, qualcosa di importante, e questi sogni porteranno Kate ad aprire un nuovo capitolo della sua vita, che inizierà con la conoscenza di Andrew. Andrew insegna la lingua dei segni americana e lavora in un centro che si occupa di dare assistenza a bambini e ragazzi che hanno problemi di udito. Quando Kate lo conosce, decide, spinta dai sogni e dalla piccola Hannah, di impegnarsi per aiutare quei bambini con la musica. A quel punto tutto il suo percorso sarà segnato da quella decisione...

Ho amato questo romanzo! La storia, i personaggi, lo sviluppo e sopratutto i sentimenti che lascia trasparire mi hanno catturata! Sono diventata così partecipe della storia da non riuscire a fermarmi, e non è una cosa che accade spesso.
Vi ritroverete a leggere una storia abbastanza dura, si parla di perdita, di elaborazione del lutto e di situazioni difficili da affrontare. Ma ci sarà anche la speranza, la voglia di rimettersi in gioco, il desiderio di ricominciare a vivere dopo che per molto tempo ci si è limitati a sopravvivere.

Non potrete fare a meno di affezionarvi ai personaggi di questa storia: Kate, l'indimenticabile protagonista che sarà oggetto di un percorso psicologico notevole, che la porterà a riacquistare fiducia in sè stessa e nella vita; Andrew che con la sua voglia di vivere, la sua freschezza e dolcezza vi conquisterà; e poi ci sono loro, Leo, Molly, Allie e Hannah, questi bambini affetti da ipoacusia ma che con il coraggio e la forza che hanno dimostrano chiaramente che la voglia di vivere in modo normale è talmente radicata in ogni essere umano da permettergli di continuare a vivere nonostante tutto.

La Harmel ha uno stile unico, elegante, scorrevole e molto evocativo. La storia è interessante, ben scritta e ricca di spunti di riflessione su argomenti molto importanti come l'ipoacusia, la musicoterapia, il percorso di guarigione dal lutto, i rapporti familiari.
Una parte essenziale della storia è dedicata anche alla musica, a come questo dono meraviglioso riesce a diventare una vera ancora di salvezza quando ci troviamo ad affrontare situazioni difficili.
I sentimenti che suscita questa storia sono profondi, arrivano a toccare il cuore!
Credo che questa sia una di quelle storie genuine, emozionanti e profondamente sincere che riescono a conquistare ogni lettore, quindi se non l'avete ancora letto ovviamente ve lo consiglio! Buona lettura!


Ogni volta che si crea un vuoto si riempe di qualcosa che ti rende diverso da quello che eri prima. Cambia il corso della tua vita.