[Recensione] La Signora Delle Camelie di Alexandre Dumas


Buongiorno miei cari. Iniziamo questo giovedì con un libro che ho concluso ieri sera "La Signora delle Camelie" scritto da Alexandre Dumas figlio. Naturalmente questa sarà la mia opinione e di certo non andrà ad intaccare le sorti che questo romanzo ha e si è creato.

Per me, è stato un romanzo abbastanza ambiguo, a tratti mi è piaciuto a tratti no, e vi spiego perché. Nonostante sia un romanzo storico, ambientato in epoca non nostra (e io adoro questo genere) sembra quasi come se l'epoca di appartenenza non fosse propria. La Signora delle Camelie sarebbe una donnina eccentrica, libertina e bella che ama le Camelie, da lì l'appellativo "La Signora delle Camelie".  Questo libro, si narra, sia stato scritto da Dumas, ispirato dalla sua amante e in effetti ella stessa è una "prostituta" se vogliamo chiamarla con il nome consono .

Lo scrittore ha una penna pesante, molto marcata e la descrizione dei personaggi è ambigua, cerca di dargli un impronta piuttosto solida ma non ci riesce . L'immaturità della scrittura dei suoi 24 anni si denota. Margherita Gautier, la protagonista è strana, molto sulle sue, egocentrica e egoista in un primo tempo, ha più amanti lei che tante altre donne, è bella spudorata e schiva. Quando ella non sa di essere malata, sarà l'eccentricità in persona e riderà di chiunque le si avvicini ma purtroppo per lei si innamorerà di un uomo . Buono, talmente buono che le farà da schiavo, l'amore non vede al di là del proprio naso. Lo tratterà malissimo, il modo di gestire la questione in effetti non mi è piaciuto affatto. I discorsi e gli ordini della donna sono sterili e freddi.
Il tempo passerà e l'uomo diventerà una sorta di tappetino. Marguerite lo vorrà come suo amante. Il motivo si sa,che lei è malata e la volta che cadrà negli influssi della malattia l'uomo le starà al fianco e si preoccuperà per ella, da allora lo sceglierà come la povera anima che le deve stare accanto ma lei è volubile, indecisa, piena di debiti e stracolma di sensi di colpa. Una donna che per sopravvivere ha dovuto darsi da fare in qualsiasi maniera. La vita non è stata magnanima con lei ma per vivere da REGINE bisogna pagare un prezzo, ed ella lo pagherà profondamente ed in maniera crudele .

Bhè alcune frasi di Dumas sono sensibili, tenere e importanti, ha voluto davvero lasciarci una morale. Un inno al vero amore, alla malattia, ai veri valori della vita e dell'amicizia. Il suo modo di scrivere, come ho detto, non è del tutto lineare ma freddo, almeno per i tratti di Marguerite, anche quando si concede completamente a lui, dopo essersi pentita e dopo che la malattia la rende schiava.

Tutto sembra presagire un amore semplice e alla fine per sei mesi lo sarà ma lei non è destinata a questo e Dumas la fa diventare buona, altruista e innamorata. Lo lascia per volere del padre, tutti crismi contrapposti a ogni regola a ogni situazione, a ogni amore  ma io credo che in fin dei conti sia anche una maniera per Marguerite di salvarsi la pelle dai creditori, che alla fine banchetteranno sul suo cadavere.


Un romanzo che ti lascia l'amaro in bocca, con un truce destino negli occhi. Buona Lettura!


I primi quattro titoli con il marchio DeA Classici, la nuova collana De Agostini Libri che propone le grandi storie d’amore della letteratura classica agli adolescenti.

Il progetto è pensato per raccontare le più belle storie romantiche di tutti i tempi ai teenager e avvicinare così i giovani lettori ai capolavori immortali della letteratura. Questa è la linea guida che ha orientato la scelta dei titoli: Romeo e Giulietta di William Shakespeare, Orgoglio e pregiudizio di Jane Austen, La signora delle camelie di Alexandre Dumas e Il grande Gatsby di Francis Scott Fitzgerald.

«Abbiamo puntato sia sul testo, traduzione integrale e con un linguaggio moderno, che sulla confezione, scegliendo una veste grafica accattivante, preziosa, che dialoghi direttamente con il target di riferimento» spiega Annachiara Tassan, direttore editoriale De Agostini Libri.

Per conferire ulteriore autorevolezza ai titoli sono stati scelti quattro grandi autori contemporanei in qualità di prefatori dei romanzi sopracitati: Romeo e Giulietta ha la firma di Emanuele Trevi, Orgoglio e pregiudizio quella di Paola Zannoner, La signora delle camelie e Il grande Gatsby sono contrassegnati rispettivamente dalla penna di Simona Sparaco e Pierdomenico Baccalario, il quale ha curato anche la traduzione del romanzo. La collana si arricchirà di nuove uscite nel 2017.

Una festa in maschera, musica e vino in abbondanza. Al giovane Romeo Montecchi basta un semplice sguardo per innamorarsi perdutamente della bellissima Giulietta. Ma Giulietta non è una ragazza qualunque: è la figlia del nobile Capuleti, acerrimo rivale dei Montecchi. Tra le due casate non scorre certo buon sangue, e ogni scusa è buona per sfidarsi a duello. Eppure Romeo non ha dubbi: sa che, se non riuscirà a conquistare la fanciulla, la sua vita non sarà più la stessa. Così, incurante dei pericoli e avvolto dal buio della notte, s’introduce di nascosto nel giardino dei suoi nemici per poterla ammirare da lontano. Senza immaginare che anche Giulietta sogna di incontrare di nuovo il ragazzo che le ha rubato il cuore. Tra le stradine acciottolate di Verona, sotto il caldo sole estivo, si dipanano le vicende degli amanti più famosi di tutti i tempi.
Saprà il sentimento puro e incondizionato che lega due anime gemelle spegnere l’odio inestinguibile delle loro casate?

Prefazione di Emanuele Trevi.
Occhi neri, capelli d’ebano e pelle di pesca. Lei è Marguerite Gautier, la fanciulla più affascinante e chiacchierata di Parigi. Le donne la invidiano, gli uomini la desiderano, tutti ne parlano. Ma Marguerite è un lusso per pochi e sa come tenere al guinzaglio i suoi spasimanti, siano abbienti signori o irrequieti rampolli di buona famiglia. Eppure per il timido e gentile Armand Duval, appena giunto in città, lei è solo la più bella ragazza mai vista, l’unica capace di far battere il suo cuore e di umiliarlo nello stesso tempo. Deciso a conoscerla nonostante tutto, Armand scoprirà che dietro la vita sfrenata di Marguerite si celano malattia e solitudine, e lotterà per conquistarne non il fragile corpo, bensì ciò che nessuno prima di allora ha mai avuto: il cuore.
Un intramontabile classico della letteratura, la storia di una passione destinata ad ardere eterna, più forte di qualsiasi cosa, anche della morte.

Prefazione di Simona Sparaco.
È l’estate del 1922 quando il giovane Nick Carraway si trasferisce a New York, in un piccolo cottage a pochi passi dalla villa più sontuosa di Long Island. È la villa di Jay Gatsby, un uomo d’affari noto per le magnifiche feste che è solito organizzare nella sua dimora. Ogni sabato sera centinaia di invitati, in abiti scintillanti e auto di lusso, si danno appuntamento a casa di Gatsby, tra musica e fiumi di champagne. E mentre i mesi passano, la curiosità di Nick aumenta. Finché un giorno anche lui riceve un invito. Così, davanti agli occhi di Nick, oltre alle porte della villa, si spalanca il segreto celato in fondo all’animo dell’enigmatico vicino: Jay Gatsby organizza feste straordinarie nell’ingenua e romantica speranza di ritrovare Daisy, la donna che ha amato con tutto il cuore e poi perduto.
La commovente storia di una passione folle e disperata sullo sfondo di un’epoca e di una città sfavillanti.

Prefazione di Pierdomenico Baccalario.
Elizabeth Bennet è tutto quello che una ragazza in età da marito dovrebbe essere: bella, istruita, brillante. Ecco perché la madre spera di poter combinare per lei un ottimo matrimonio. Elizabeth però non ha alcuna intenzione di sposarsi. Almeno finché non avrà trovato il vero amore. E il vero amore bussa alla sua porta con il volto di Mr Darcy, lo scapolo più ambito di Inghilterra. Darcy è ricco, colto, straordinariamente affascinante. Ma è anche l’uomo più irritante e orgoglioso che Elizabeth abbia mai conosciuto. L’unico che riesca a farla accendere di rabbia e di passione con la stessa intensità. Tra litigi e incomprensioni, riuscirà Elizabeth a riconoscere il sentimento che agita davvero il suo cuore?
La storia d’amore più romantica di tutti i tempi. L’indimenticabile ritratto di due anime opposte eppure uguali, destinate a incontrarsi.

Prefazione di Paola Zannoner.





Supporter :