[Recensione] Rogue (Talon #2) di Julie Kagawa


Buon pomeriggio cari Lettori! Sono reduce da una giornata di shopping con la Signora Madre. Non sono neanche entrata in libreria, e questo non perchè abbia improvvisamente sviluppato autocontrollo, ma piuttosto perchè attendo la conferma di un ordine Libraccio! Dopo la recensione di quel bel romanzo impegnativo di ieri, torniamo ad argomenti più frivoli...

Rogue è il secondo romanzo della serie Talon che ha per protagonisti i draghi. Avevamo lasciato Ember in fuga da Talon e dall'Ordine di San Giorgio insieme al disertore Cobalt. Ember però è decisa a salvare il soldato Garrett, il ragazzo che le ha risparmiato la vita e che è stato catturato dall'Ordine, deciso a giustiziarlo per tradimento. Ember e Cobalt rischiano tutto per entrare in una base segreta dell'Ordine e salvare Garrett. A quel punto si trovano esattamente al centro della lotta decennale tra Talon e San Giorgio, ed Ember si troverà a dover scegliere tra la sua identità e i suoi sentimenti...

Il primo capitolo di questa nuova serie mi aveva delusa abbastanza, l'avevo trovato poco originale sopratutto con pochi dettagli riguardanti la parte più interessante della storia. Speravo che con Rogue la situazione sarebbe migliorata, ma purtroppo non è stato così. La storia riprende con Ember e Cobalt in fuga. Nonostante siano ricercati sia da Talon che da San Giorgio, Ember è decisa a infiltrarsi in una base segreta dell'Ordine per salvare Garrett. Mai come ora Ember è confusa e divisa tra la sua identità di drago e il legame viscerale che la lega a Cobalt, e la sua voglia di sentirsi umana rappresentata dai sentimenti che prova per Garrett.

Credo che questa storia nasca con un ottimo potenziale di base che purtroppo non è stato sfruttato a dovere. Un po' come era accaduto nel primo romanzo, ho trovato la storia poco approfondita, avrei voluto sapere molto di più riguardo a Talon, all'Ordine di San Giorgio e ai motivi all'origine di questo conflitto, ma in realtà le informazioni che l'autrice ci fornisce restano poche e superficiali.

Sullo stile non ho nulla da dire, la Kagawa racconta la storia in maniera fluida e scorrevole, mantiene costante e adrenalinico il ritmo della narrazione tenendo il lettore sulle spine. Per quanto riguarda i personaggi alla fin fine non ho molto da dire, si tratta dei soliti personaggi che possiamo trovare in un qualsiasi romanzo che segue la scia di questo genere. Ember non mi è piaciuta particolarmente, l'ho trovata poco interessante, capricciosa e fin troppo confusa. Stesso discorso vale per Garrett, lui rappresenta uno fra gli stereotipi che più odio in quanto a personaggi maschili, il ragazzo perfetto che, parliamoci chiaro, francamente non esiste.

L'unico personaggio più intrigante è Cobalt, il cui punto di vista riesce a dare un guizzo di originalità al racconto, specialmente con le parti in cui ci viene raccontato il suo passato.  
La storia è carina, si lascia leggere velocemente ma non lascia molto. Tutto risulta troppo prevedibile e troppo simile ad altre storie, neanche il finale è riuscito a mettermi la voglia di voler leggere subito il seguito, cosa che in una serie come questa dovrebbe accadere. 

Come si suol dire, tutto fumo e niente arrosto! Buona lettura!

Talon
  • Talon (Talon #1)
  • Rogue (Talon #2)
  • Soldier (Talon #3 - Inedito)

Commenti