[Recensione] The Treatment (The Program #2) di Suzanne Young


Buon pomeriggio cari Lettori e buon inizio settimana! Dopo tre giorni di latitanza causa impegni vari, torno all'opera con la recensione del seguito di The Program...

The treatment riprende la storia con Sloane e James in fuga dal programma aiutati dall'enigmatico Realm. Ricercati dal Governo, che ormai li vede come una minaccia all'idea stessa su cui si fonda il programma, i due ragazzi non hanno altra scelta se non quella unirsi ai Ribelli. Il gruppo di ribelli è deciso a distruggere il programma portandone alla luce i terribili effetti, il solo modo in cui possono riuscirci è attraverso la Cura, la fantomatica pillola arancione in grado di ripristinare i ricordi perduti. L'unica a possederne una è proprio Sloane che dovrà trovare il coraggio di ribellarsi al sistema e vivere la vita che desidera.

Con The treatment, seguito da una breve novella con protagonista Realm, si chiude la duologia distopica di Suzanne Young ambientata in un mondo in cui la depressione giovanile viene curata con un reset completo della memoria.
Sloane e James, nonostante la rimozione della memoria causatagli dal programma, sono riusciti a ricordare quello che provavano l'uno per l'altra e a decidere di fuggire per vivere il loro amore. Ma non sono al sicuro, il governo ha iniziato una vera e propria caccia all'uomo per trovarli e metterli a tacere. L'unica possibilità di salvezza sono i ribelli, in lotta contro il programma.

Quando lessi The Program, parliamo di oltre un anno fa, ricordo che la storia mi piacque moltissimo e che la trovai molto originale. Purtroppo devo dire che il seguito non mi ha entusiasmato quanto il primo romanzo, ho trovato la storia spesso ripetitiva e a tratti anche un po' confusionaria. Una delle cose che preferisco di questa duologia è sicuramente la società in cui è ambientata la storia, anche in questo caso resta uno dei punti di forza in quanto tutto viene descritto nei minimi particolari.

Lo stile della Young è scorrevole, immediato e fresco. La narrazione riesce a mantenere un ritmo costante per quasi tutto il romanzo, diventando quasi adrenalinica in alcuni passaggi. Purtroppo, nonostante ci fossero tutte le basi per apprezzare questo romanzo quanto il primo, devo ammettere che durante la lettura mi sono un po' annoiata. Principalmente non mi sono piaciute le interazioni tra i personaggi, ho trovato Sloane troppo pesante e lamentosa, il suo rapporto con James ne esce peggiorato e lo stesso Realm, uno dei personaggi più interessanti della serie, viene messo da parte e risulta poco presente.

Mi è piaciuto lo sviluppo della storia ma il finale non mi ha soddisfatta appieno, avrei preferito qualcosa di diverso. In conclusione, The Treatment è stata una lettura fatta di alti e bassi che va a concludere una duologia originale e ricca di spunti interessanti su argomenti molto attuali!

Buona lettura!

The Program series:
  • The Program (The Program, #1) 
  •  The Treatment (The Program, #2) 
  • The Adjustment (The Program, #3)

Commenti