[Recensione] I sogni di Martino Sterio di Giulio Xhaët


Buona giornata cari #FeniLettori! Oggi parliamo di un libro fantastico e surreale. 

I Sogni di Martino Sterio è scritto da Giulio Xhaët «un musicista fallito di origine belga-vallone» come si può leggere nella sua biografia.

Il libro è davvero molto particolare perchè si tinge di toni misteriosi e enigmatici. E se il romanzo che abbiamo sempre amato nascondesse un segreto terribile? In questo caso parliamo del  famosissimo romanzo di Lewis Carroll "Alice nel Paese delle meraviglie".

L'autore ci racconta la vita di Martino Sterio, le sue paure, i suoi viaggi mentali e le sue angosce. Tutto gira intorno ai suoi sogni, strambi e pieni di fantasia. Nel suo inconscio vengono creati personaggi con parole che si associano al reale ma la fantasia vola oltre, sempre presente e mai scontata.

In un susseguirsi di emozioni ci inoltriamo sempre di più in un viaggio misterioso e favoloso, dove sogno e realtà si incontrano si scontrano e si uniscono in un solo grido ...cercare di capire cosa stia succedendo a Martino. I suoi amici cercano di aiutarlo a scoprire e risolvere il mistero, dissipare i suoi dubbi e le paure. Una squadra unita che riesce a seguire una strada contorta e incomprensibile.
La scrittura giovanile, semplice e dai termini fluidi usati dai teenager rende il romanzo abbastanza sciolto e dinamico. Due mondi paralleli che corrono su due linee ben differenti e se nella vita reale ci troviamo ad affrontare i problemi di tutti i giorni, nei sogni ci troviamo in un mondo completamente scombussolato e dai toni irreali. Strani esseri che cantano canzoni incomprensibili ma che alla fine hanno un loro significato.

Una storia davvero originale e pregna di creatività, con personaggi che non vi sareste mai sognati di incontrare!
Per l'iconografia (che è adorabile) qui!

Commenti