[Rubrica:TeenReview#66] Recensione- Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti? di Antonio Dikele Distefano


Buon  pomeriggio lettori.
Buona domenica e buon fine settimana.
Questa settimana ho deciso di rileggere un libro letto un paio di anni fa per capirne meglio la struttura e il significato.
"C'è una storia d'amore importante, durata un anno e osteggiata da tutti, il primo grande amore e la sua fine. Perché Antonio è nero e per i genitori di lei il ragazzo sbagliato. E poi c'è la famiglia di Antonio, gli amici, la scuola e altri attimi del cuore. Ci sono incontri, amori, momenti che fanno crescere, istanti indimenticabili. Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti? è la vita di un ragazzo raccontata di getto, inseguendo le emozioni, passando da un'immagine all'altra. Pagine cariche di sentimento, frasi che colpiscono il cuore e destinate a essere scritte e riscritte. Un racconto fatto di momenti singoli, come singole canzoni, che insieme fanno la playlist di una vita."
Titolo: Fuori piove, dentro pure, passo a prenderti?
Autore: Antonio Dikele Distefano
Data di pubblicazione: febbraio 2015
Editore: Mondadori
Collana: Chrysalide
Prezzo: 14,00
Pagine: 184
Partiamo da fatto che questo non è un romanzo, ma una raccolta di riflessioni,esperienze e di canzoni.
Dalla trama sembra un romanzo e io quando lo compraio di getto (nel "lontano" 2015) credevo lo fosse.
Invece no, dalla seconda o terza pagina del libro si capisce che sono pensieri scritti "di getto".

I capitoli sono molto corti,massimo 4 o 5 pagine.
Una cosa interessante è che all'inizio di ogni capitolo vi è una canzone da ascoltare durante la lettura del capitolo, come se fosse una playlist.

Il libro, come ho già detto, è una raccolta di riflessioni scritte "di getto".
Questa tipologia di libro negli ultimi anni ha spopolato tra gli adolescenti, sia perché si rispecchiamo in quelle parole sia perché è molto scorrevole da leggere.

In questo libro vi sono sia "frasi fatte" che piacciono a tutti, sia riflessioni che, secondo me, meritavano molto di più delle solite frasi "<<Sei ubriaco, riprenditi.>> <<Riprendimi>>".

Nel libro vi sono riflessioni non solo sull'amore, ma anche sul razzismo, la famiglia e la società.
Nel libro prevale ovviamente la sfera dell'esperienza amorosa che arriva al culmine nelle ultime pagine con Linda, la ragazza a cui allude la trama.
Le riflessioni sulla relazione con Linda si trovano nelle ultime 40 pagine del libro...
Eh già, la famosa relazione a cui allude la trama occupa solo 40 pagine, meno della metà.
Io quando l'ho realizzato sono rimasta leggermente allibita, ma leggermente eh.

Per me questo libro meriterebbe 2.5 su 5.
Però l'autore non scrive male e visto che ha scritto altri due libri voglio leggerli e dargli il beneficio del dubbio. 
Per questo motivo gli do 3 su 5.

Commenti