[Recensione] Un'anima che vibra di Loredana Frescura


Domenica detta anche Mimì è una ragazzina che vive a Roma, insieme alla mamma separata e alla zia Diletta, una quarantenne alla ricerca del vero amore.

Mimì svolge una vita alquanto tranquilla fino a quando: sia la mamma che la zia vengono trasferite di fabbrica in un paese di nome Piandiperi. Da questo momento inizia il dramma esistenziale della giovane, costretta a cambiare la sua vita per un futuro incerto.

Inizialmente questo romanzo mi è sembrato banale, pensavo fosse la solita storia di adolescenti alle prese con i drammi di quell’età ma non è così, perchè in questo libro vengono trattati, in modo molto delicato, argomenti che sono parte integrante della nostra società: viene descritto il rapporto complesso di un’adolescente divisa tra un padre, che non riuscendo ad affrontare i problemi che la vita pone, decide di scappare e una mamma Caterina, che secondo Mimì e una debole ma che nel corso del racconto si mostra una donna piena di vita e d’ingegno!

Mi ha molto colpito come gli autori abbiano inserito nel racconto il tema dell’ immigrazione; infatti Mimì si innamora di Gaetano un ragazzo nato in Italia da mamma e papà siriani, un ragazzo perfettamente integrato nei nostri usi e costumi, che però soffre in modo atroce per la sua patria sempre sotto assedio.

È proprio grazie a Gaetano e ad eventi che ruotano intorno a lui che Mimì smette i panni di una ragazzina immatura e veste quelli di giovane donna, sempre grazie al suo amore  ritrova il rapporto con la mamma, la donna che per lei ha sempre vissuto.

Il libro però si chiude con un finale che fa spaccare il cuore in mille pezzi…💔

Commenti